Quantcast

I due pazienti bergamaschi guariti a Campobasso dal Covid fanno ritorno a casa

Sono rientrati a Bergamo con un aereo messo a disposizione dallo Stato Italiano. I due pazienti lombardi guariti al Cardarelli di Campobasso da due forme molto gravi di coronavirus hanno lasciato il Molise dopo un mese e mezzo per fare ritorno finalmente nella loro città, Bergamo, uno dei maggiori focolai di Covid del Nord Italia.

Aereo bergamaschi

“Abbiamo trovato una città che non conoscevamo e che ci ha piacevolmente sorpreso, ma soprattutto un ospedale efficiente. Grazie al Molise siamo guariti” questo il loro commento, rilasciato anche alla stampa in occasione della ufficializzazione della avvenuta guarigione dopo il tampone di verifica che ha riscontrato che sono entrambi negativi al virus.

Aereo bergamaschi

E così oggi la Asrem li ha accompagnati a Capodichino dove è stato messo a disposizione un aereo per riportarli in Lombardia, con tutte le precauzioni dovute dalla circostanza. “È una grande soddisfazione registrare un lieto fine per una vicenda che ci ha tenuto in grande apprensione e per la quale la regione Molise ha dato prova di estrema solidarietà”, è il commento del direttore generale della Asrem Oreste Florenzano, che non nasconde la gioia per l’esito positivo relativo a entrambi i pazienti, che hanno trascorso un mese e mezzo nella terapia intensiva dell’ospedale di Campobasso, e che alcuni giorni fa, uno alla volta, sono stati estubati e sono tornati a respirare finalmente in maniera autonoma, fino a riacquistare del tutto le forze e la salute.