Artigiano del borgo spacciava coca alla ‘città bene’, arrestato: nelle tasche aveva 3mila euro fotogallery

Incensurato, ha 54 anni il punto di riferimento dei consumatori di cocaina in città. Da lui professionisti e insospettabili. L'operazione è della squadra mobile nell'ambito dell'azione di contrasto allo spaccio disposta dal questore Giancarlo Conticchio.

Artigiano di professione, nome fra l’altro conosciuto in città, arrotondava il guadagno mensile con lo spaccio di cocaina. Cinquantaquattro anni, incensurato, era attenzionato dagli uomini della squadra mobile già da qualche tempo. E nell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti messa in campo dal nuovo questore Giancarlo Conticchio, questa sera (8 aprile) gli uomini di Raffaele Iasi hanno proceduto all’arresto.

Arresto artigiano per spaccio

Luogo dello spaccio era il cuore del centro storico. In una intercapedine – posta nelle vicinanze della segnaletica verticale nei pressi di alcune attività commerciali tra via Roma e via Ziccardi – il 54enne era solito lasciare  le dosi che quotidianamente gli erano richieste.

Arresto artigiano per spaccio

Gli acquirenti, perlopiù appartenenti tutti alla cosiddetta “Campobasso bene” sono insospettabili che nell’artigiano avevano trovato un affidabile e riservato punto di riferimento per rifornirsi di cocaina. Quando i poliziotti sono intervenuti per fermarlo addosso aveva 3mila euro in contanti, probabile provento dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Portato in questura è stato sottoposto a tutte le formalità di rito e su disposizione della Procura di Campobasso è stato arrestato. L’uomo si trova ora confinato nella sua abitazione. Fra le altre cose è stato multato anche per aver violato il decreto anti Covid. Quando oggi pomeriggio è stato fermato mentre era in giro nel centro storico non ha saputo fornire ovviamente alcuna valida giustificazione sulla sua presenza per le strade. Arresto per spaccio e multa di 400 euro.