50enne beccato dalla Finanza a fare surf, per lui multa salata. Controlli intensificati per Pasqua

Il Reparto Aeronavale della Finanza ha sanzionato l'uomo che stava surfando a Termoli, incurante di tutti i divieti. Ma sono già diverse le persone multate dalla 'Polizia del Mare' che nei prossimi giorni - specie nelle giornate di Pasqua e Pasquetta - intensificherà i controlli

Un uomo di 50 anni è stato sorpreso a surfare nelle acque termolesi ieri, domenica 5 aprile. A beccarlo è stato il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Termoli che ha provveduto a multare l’uomo. Quest’ultimo, incurante di tutti i divieti imposti a tutti i cittadini per evitare il contagio da Covid19, ha pensato di imbracciare la tavola da surf e di andare come nulla fosse al mare.

motovedetta finanza

Evidentemente #iorestoacasa non è interpretato allo stesso modo da tutti. “Probabilmente, proprio il vento sostenuto ha spinto questo sportivo della domenica a prendere il largo, nonostante la pandemia continui a mietere vittime in tutta Italia, incurante che comportamenti così spregiudicati quanto irrispettosi nei confronti di chi soffre per la perdita di un parente o di un amico, possono pregiudicare la salute di una intera comunità. Stare sulla cresta dell’onda però, talvolta, può costare caro”. Questa persona infatti dovrà pagare una multa salata, ricordiamo infatti che le sanzioni in questo caso vanno da 400 a 3000 euro.

Continua dunque serrata l’attività di vigilanza sul mare e sulla costa del Reparto Operativo Aeronavale di Termoli nell’ambito della intensificazione dei servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica disposti dalla Prefettura di Campobasso per arginare i contagi da coronavirus nella regione Molise.

motovedetta finanza surfista

Ed è stato l’equipaggio della motovedetta V.916 a imbattersi nel surfista che praticava lo sport acquatico nelle acque prospicienti il Lungomare Nord della città. L’operazione di abbordaggio – spiegano dal Reparto – è stata resa complessa dalle avverse condizioni meteo–marine caratterizzate da vento teso proveniente da Maestrale.

Ma questo è stato solo l’ultimo intervento in ordine di tempo della “Polizia del Mare”, che qualche giorno fa ha intercettato al largo di Termoli una imbarcazione a vela con due persone a bordo che, in piena emergenza sanitaria, stavano navigando dalla Liguria al Veneto. In questo caso i due diportisti sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.

In 4 a pesca al porticciolo nonostante i divieti: multa da 534 euro per tutti

Non è andata meglio a quattro pescatori dilettanti, convinti di non poter essere visti sul molo esterno del porticciolo di Campomarino, che invece sono stati segnalati dall’equipaggio del B.S.O. (Battello Servizio Operativo) 52 alle pattuglie in servizio sulla costa. Anche i 4 sono stati sanzionati.

La Stazione Navale di Termoli fa sapere che nei prossimi giorni intensificherà ulteriormente i controlli con particolare riguardo ai giorni di Pasqua e Pasquetta, e che dall’inizio dell’emergenza Covid19 ha effettuato circa 100 crociere operative, impiegato più di 300 uomini sul mare e controllato più di 40 persone per vigilare sul rispetto della normativa in atto.