5 anziani di Cercemaggiore trasferiti al Vietri perchè negativi si sono positivizzati. Paura e caos

I risultati sui secondi tamponi cui gli anziani inizialmente negativi della casa di riposo di Cercemaggiore sono stati sottoposti ieri sono arrivati in questo momento. Cinque dei 6 ospiti trasferiti nell’ ospedale Vietri di Larino lo scorso venerdì sono risultati purtroppo positivi al covid.

Tutti erano già stati sottoposti a tampone il 25 marzo scorso, dopo l’emergenza che si era innescata nella casa di riposo di Cercemaggiore per via di un contagio che ha avviato una catena di positività all’interno della struttura.

Evidentemente dopo quella data gli anziani hanno contratto l’infezione e ora 5 di loro si sono positivizzati.

“È un problema serio” commenta il sindaco di Larino Pino Puchetti, che ha chiesto il tampone di verifica con lettera formale sabato mattina, dopo aver appreso della decisione condivisa tra Regione Molise e Azienda sanitaria regionale di riservare un’ala dell’ospedale Vietri, riconvertito da tempo in una residenza per anziani, per ospitare gli anziani di Cercemaggiore negativi.

 

Sono momenti di caos e di timori forti, anche se gli anziani si trovano in un’ala della struttura frentana separata rispetto alla residenza e con un percorso di ingresso e uscita separato. “Questo non elimina la paura che si possa innescare un focolaio all’interno dell’ospedale” spiega ancora a Primonumero il sindaco Pino Puchetti, che sta seguendo da vicino la situazione.