Vìolano il decreto anti-covid per andare al bar o dalla fidanzata, via a sanzioni

Numerosi isernini sono stati 'beccati' dai Carabinieri mentre andavano a zonzo senza reali motivi di necessità e trasgredendo il decreto 'Io resto a casa' adottato per arginare il contagio da coronavirus.

Sono stati beccati mentre erano in giro trasgredendo le regole imposte dal decreto ‘Io resto a casa’ della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Decreto in base al quale ci si può spostare solo per motivi di reale necessità (fare la spesa o andare in farmacia ad esempio), di lavoro o di salute per arginare la diffusione del virus.

E sono stati tutti sanzionati al termine dei controlli dai Carabinieri della Compagnia di Isernia: ai militari hanno dato giustificazioni fantasiose. Tutti non avevano validi motivi per essere in circolazione violando dunque i decreti che disciplinano l’emergenza legata al coronavirus.

Tra le persone sanzionate un uomo di 57 anni, fermato alla guida della propria autovettura che ha riferito ai Carabinieri che andava a comprare le sigarette. Dagli accertamenti è emerso che proprio sotto la sua abitazione sono presenti distributori automatici di tabacchi funzionanti e riforniti.

Molti i giovani finiti nei guai. Ad esempio un 25enne ha riferito di essere fuori di casa per andare dalla fidanzata; altri ragazzi fermati in auto mentre giravano alla ricerca di un bar per prendere un caffè. Invece un 27enne è stato ‘beccato’ in pieno centro storico mentre passeggiava lamentandosi di essere esasperato dalla lunga permanenza in casa. Infine un 30enne ha riferito ai Carabinieri di essere diretto da un suo amico per condividere il pranzo. Si tratta di “una motivazione particolare addotta ai militari, soprattutto dagli automobilisti più giovani, che si sono giustificati dichiarando, in orario notturno, di andare a casa di amici per giocare insieme ad una console”, riferiscono dall’Arma.

Infine nel corso dei controlli fatti in tarda serata in un piccolo centro limitrofo, i Carabinieri hanno fermato un giovane alla guida di una autovettura ed è stato trovato con circa 4 grammi di sostanza stupefacente, motivo per il quale è stato segnalato alla locale Prefettura per il possesso della droga e alla autorità giudiziaria perché da approfondimenti è risultato privo di qualsiasi legittimo motivo a stare in circolazione.

Preziosa anche l’opera svolta a supporto della popolazione e alle farmacie dai Carabinieri di Isernia: i militaru hanno provveduto a far giungere presso le abitazioni di alcuni cittadini che ne avevano bisogno di medicinali, che per oggettive difficoltà non sarebbero potute essere consegnati in tempi rapidi, consentendo così di fornire un sollievo ed un aiuto concreto al benessere di quelle persone che, oggi più che in altri periodi, sono da tutelare e difendere, gli anziani e tutti coloro non sono autosufficienti.

“I servizi – riferiscono dall?Arma – continuano con controlli mirati sul territorio allo scopo di prevenire ed eventualmente sanzionare condotte illegali ma soprattutto nel tentativo di sensibilizzare e responsabilizzare tutte i cittadini della provincia verso forme di collaborazione e solidarietà considerato il particolare momento di emergenza nazionale. L’Arma infatti grazie alla capillare distribuzione sul territorio dei propri presidi in questo momento difficile sta garantendo non solo la consueta fermezza nei confronti di chi trasgredisce ma anche una costante opera di rassicurazione sociale e di affettuosa presenza fra la gente”.