Travaglini contro chi va al supermercato troppo spesso: “Pronti a sanzionare”

Il sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini si dice pronto a prendere provvedimenti contro chi continua ad andare a fare la spesa troppo spesso, così da avere la scusa per uscire di casa, aggirando i decreti che impongono di rimanere a casa.

Raccomando ancora una volta di andare a fare la spesa al massimo due volte a settimana, perché stiamo ricevendo altre segnalazioni riguardo a persone che si recano in alcuni negozi più volte al giorno. Voglio essere chiaro: dove non arriverà il senso di responsabilità individuale, saremo costretti ad intervenire con altri provvedimenti – ha tuonato il sindaco via Facebook -. Se questa cattiva abitudine, quindi, dovesse ripetersi, saranno presi i nominativi dei clienti che entreranno nei negozi: a quel punto, qualora dovesse essere riscontrato un nominativo in entrata più volte al giorno, vi saranno le previste conseguenze. Nessuno vuole arrivare a questo, quindi abbiate maggiore comprensione e attenzione per la vostra salute e per quella di chi quotidianamente lavora per voi”.

In un altro passaggio della sua comunicazione giornaliera, Travaglini ha fatto sapere di aver incontrato questa mattina “i titolari di alcune attività commerciali locali e il personale presente in questi esercizi ha evidenziato come vi siano purtroppo ancora alcune persone che non hanno ben compreso l’obbligo di rispettare la distanza interpersonale, sia tra clienti che tra clienti e operatori del negozio stesso, al fine di evitare il contagio.

Credo ormai che le motivazioni per le quali dobbiamo restare tutti a casa sono evidenti, ma credo anche che serva ancora un po’ di esercizio mentale in più per poter cambiare le nostre vecchie abitudini. È infatti necessario rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro, per non mettere a repentaglio la nostra salute e quella di chi sta lavorando per fornirci un bene di prima necessità o un servizio essenziale.

Ricordate che l’avvicinarsi troppo ad altre persone all’esterno della vostra abitazione potrebbe comportare conseguenze irrimediabili sulla vostra salute o su quella di altri, ma potrebbe esporre anche il titolare di un’attività al rischio di chiusura del proprio negozio”.