Salgono a dieci le vittime Covid in Molise. Muore 83enne di Cercemaggiore

Oggi, martedì 31 marzo, la decima vittima con nuovo coronavirus del Molise. Si tratta di una donna di 83 anni ricoverata nel reparto di malattie infettive del Cardarelli. Intorno alle 14 il suo cuore ha smesso di battere in maniera – sembra – piuttosto improvvisa, come peraltro sta capitando sempre più spesso negli ospedali italiani, dove si assiste a una forma di miocardite acuta improvvisa.

La paziente era ricoverata da diversi giorni e arrivava da Cercemaggiore. Fa parte infatti del cluster collegato alla casa di riposo, dove sono stati rilevati numerosi casi di positività al covid-19 in seguito all’accertamento effettuato su uno degli anziani ospiti, purtroppo anche lui deceduto nei giorni scorsi.

La conferma della morte, la decima appunto nell’arco di 15 giorni, arriva da fonti istituzionali. Secondo quello che si apprende la 83enne, che aveva un quadro clinico compromesso da patologie legate all’età, respirava autonomamente e non aveva mai avuto bisogno della terapia intensiva. Oggi un fenomeno davanti al quale i sanitari non hanno potuto fare nulla. Secondo studi recenti, che sono ancora al vaglio di scienziati ed esperti, un coronavirus può innescare una miocardite e provocare di conseguenza un infarto fulminante.