Quantcast

“Rifornitevi di latte delle nostre aziende”, l’appello per salvare la filiera e il territorio

Assessorato all’Agricoltura e Coldiretti del Molise si appellano alle aziende perchè utilizzino latte molisano o comunque italiano.

Dopo l’allarme sul rischio speculazione sul prezzo del latte, Coldiretti Molise fa dunque appello al senso di solidarietà nazionale ed invita le industrie di trasformazione del latte a rifornirsi esclusivamente da allevatori italiani e molisani, facendo quadrato attorno alle nostre aziende, plaudendo all’analogo invito rivolto dall’Assessore regionale all’Agricoltura Nicola Cavaliere.

“Il momento è delicato – afferma il Direttore regionale di Coldiretti Molise, Aniello Ascolese – ma paradossalmente dalle difficoltà  possono nascere grandi opportunità, tanto per le aziende che per i consumatori. Mi riferisco – precisa – alla riscoperta ed al consumo dei nostri ottimi prodotti Made in Italy e Made in Molise a km zero, che oggi più che mai non devono mancare sulle nostre tavole”.

Mangiare italiano non vuol dire solo scegliere la qualità ma anche aiutare l’economia del Paese e della nostra regione in un periodo storico in cui il settore primario, quindi agricoltura e zootecnia, è uno dei pochi che non si è fermato e continua a produrre cibo per tutti. “Questo – osserva ancora Ascolese – è il momento per le aziende di trasformazione operanti in Molise di stringere alleanze con i nostri produttori zootecnici in grado di fornire loro, al giusto prezzo, latte di alta qualità da trasformare in prodotti di eccellenza. Una collaborazione che consentirà ad entrambi, produttori e trasformatori, di superare le difficoltà economiche dettate dal momento”.

A causa della chiusura di ristoranti, pizzerie, agriturismi, è diminuita la richiesta di prodotti caseari ma nel contempo non si è abbassata la quantità di latte munto in stalla. Così, per evitare di far andar perso il nostro buon latte molisano e veder chiudere le nostre imprese zootecniche, basterebbe che le industrie di trasformazione che operano in regione evitassero di far arrivare latte dall’estero e lo acquistassero dalle nostre aziende.

“Per questo – conclude Aniello Ascolese – chiediamo a supermercati, ipermercati e discount di privilegiare negli approvvigionamenti sugli scaffali le mozzarelle con il latte italiano al posto di quelle ottenute da cagliate straniere, salumi ottenuti con la carne dei nostri allevamenti, frutta e verdura nazionale ed extravergine Made in Italy al 100%”.

 

Un appello analogo ai caseifici locali lo fa l’assessore al ramo, Nicola Cavaliere: “Rifornitevi di latte molisano! Così salviamo la filiera e il nostro territorio”.  L’assessore all’Agricoltura invita dunque alla solidarietà e invoca senso di appartenenza e di comunità per salvare l’economia agroalimentare nostrana.

“In una fase delicata e difficile, credo sia doveroso ora – afferma l’assessore – fare davvero rete e agire a tutela della regione. È in gioco la sopravvivenza stessa del nostro amato territorio, non solo quella economica. È in gioco il futuro di tante, troppe famiglie. Per questo dobbiamo essere uniti per salvaguardare il sistema Molise”.

L’assessore regionale all’Agricoltura lancia pertanto un appello: “Questo è il momento della solidarietà, invito tutti i caseifici molisani a rivolgersi in primis e soprattutto ad allevatori e produttori locali e quindi a salvare la nostra eccellente filiera del latte. Ora il senso di appartenenza e di fratellanza va anteposto a qualsiasi altro tipo di ragionamento”.

“Se restiamo uniti – conclude Cavaliere -, se ci diamo una mano, possiamo insieme immaginare il futuro con maggiore fiducia e ottimismo. Ma per vincere dobbiamo sentirci tutti parte di una piccola, grande squadra di nome Molise!”