Primo positivo a Toro: “Ricoverato in malattie infettive, era già in isolamento”

Il sindaco Roberto Quercio: "Assieme alla famiglia è rientrato dal Nord qualche giorno fa rispettando tutte le norme previste dal Decreto". L'appello ai concittadini: "Restiamo in casa, ci sono ancora persone che senza motivo frequenta la piazza ed è attenzionato un fantomatico ritrovo per ragazzi".

Da ieri, 29 marzo, anche Toro ha un caso positivo al Covid. A confermarlo è il sindaco, Roberto Quercio: “Si tratta di una persona che è rientrata dal Nord assieme alla famiglia qualche giorno fa. Mi hanno telefonato e si sono messi subito in quarantena, contattando tutte le autorità e rispettando le norme restrittive. Si sono chiusi praticamente in casa dal rientro, per evitare qualsiasi problema a loro stessi e ai concittadini”.

 

Attualmente la persona è ricoverata al Cardarelli: ““I familiari sono giustamente preoccupati per le condizioni di salute della persona colpita dal virus, e pertanto mi permetto di fare (e credo di interpretare il pensiero di tutta la popolazione torese) i migliori auguri di pronta guarigione alla persona e di esprimere una vicinanza particolare a tutta la famiglia. E’ in malattie infettive, speriamo tutti che guarisca al più presto. Il resto della famiglia è invece a Toro, a casa, assistita sia a livello di spesa che di farmaci”.

 

Il primo cittadino rivolge un appello ai toresi sul rispetto delle norme restrittive: “La situazione cittadina viene costantemente monitorata sia dall’amministrazione comunale che dalle forze dell’ordine, con cui collaboriamo costantemente. Bisogna osservare alla lettera quanto ci viene imposto dalle leggi e dettato dalle buone norme igieniche. Ancora mi arrivano segnalazioni di gente che senza motivo urgente si trova in piazza e di un fantomatico luogo di ritrovo per ragazzi che attenzioniamo, insieme ai Carabinieri. Ringrazio tutta la comunità per il comportamento serio, responsabile, civile, encomiabile. Sono certo che tutti insieme, ce la possiamo fare e colgo l’occasione per dirvi che l’amministrazione comunale è al vostro fianco, per qualsiasi esigenza. Continuiamo a lottare insieme, restando a casa. Un abbraccio a tutti voi”.