Quantcast

Neurochirurgo molisano positivo, salgono a 6 i medici con Coronavirus

Più informazioni su

    Il nuovo caso di positività al coronavirus accertato dai tamponi che si stanno processando nel laboratorio dell’ospedale Cardarelli riguarda un medico residente a Filignano, provincia di Isernia. Si tratta di un dottore specializzato in neurochirurgia che lavora fuori regione, nella zona del beneventano.

    Il sindaco di Filignano Federica Cocozza è stata è in contato con la Prefettura e la Asrem per la ricostruzione della rete sociale, e per il momento ha fatto sapere alla popolazione di non uscire di casa, usare la massima cautela, mettere in atto comportamenti responsabili anche oltre le normative già in vigore perché bisogna verificare quante e quali persone abbia visto nei giorni scorsi.

    È il secondo caso positivo che si registra nella provincia di Isernia nella giornata di oggi. L’altro è un paziente di 83 anni , campano, ricoverato da  tre settimane al Neuromed di Pozzilli dove sono state messe in campo una serie di misure cautelari supplementari anche per l’accertamento di un eventuale cluster che al momento non risulta. La Provincia pentra era finora esclusa da casi di contagio.

    Il neurochirurgo è il sesto medico molisano, su un totale di 26 casi positivi, a contrarre l’infezione. In pratica il 25% dei casi. Gli altri cinque sono il medico del 118 che lavora a Riccia e i 4 operatori sanitari del cluster termolese rientrato da una vacanza sulla neve in Trentino.

    Resta da accertare – ed è al vaglio della Asrem – se l’uomo avesse preso parte a un viaggio sulla neve in Trentino. In ogni caso si era messo in quarantena: i suoi contatti sociali dovrebbero essere pertanto limitati.

    Sono dunque al momento 26 i casi del Molise, ai quali si aggiungono i due cittadini di Bergamo ricoverati nel reparto di terapia intensiva. Tra i casi viene considerato anche l’82enne di Termoli deceduto l’altro giorno.

     

    Più informazioni su