Le rubriche di Primonumero.it - Fantapoesie

Mantello pigiama

Più informazioni su

    di Alessio Toto

    Rappresento, insieme al divano, una delle coppie più celebri della storia e, dopo aver firmato la dichiarazione ufficiale di fine giornata, mi indossate tutte le sere prima di andare a dormire. Divento irresistibile se mi scaldate sul termosifone, cambio a seconda delle stagioni, serio e composto da prassi ospedaliera o buffo e sbarazzino secondo le regole della privacy, posso essere di cotone, seta e lycra, non è importante il tessuto, visto che non perdo mai fascino, libertà ed eleganza.

     

    Una tiratina di orecchie agli uomini per non rinnovarmi frequentemente e poi, con superiorità sdegnosa e ostentata noncuranza, c’è davvero bisogno di appallottolarmi sotto il cuscino senza nemmeno piegarmi? Organizzo party, e so che vorreste uscire con me anche di giorno, comodità è il mio soprannome, tanto che togliermi al mattino è una vera sfida. Nei miei ricordi infantili, la mia mamma Vestaglia mi raccontava sempre una fiaba, non rammento l’inizio ma solo la fine: “Non dimenticarti mai che, a differenza di un jeans o una camicia, tu hai il potere di proteggere gli altri, per questo io e tuo padre Pigiamone ti abbiamo chiamato Mantello, possiedi la magia della rassicurazione e l’incanto della speranza, chiunque si addormenta con te pregando per un domani migliore di ieri”.

    (Alessio Toto …Tra un motore e un cambio mi sono laureato in Sociologia e, scrivo poesie con lo scopo di arrivare al vostro cuore…)

    Più informazioni su