Lo shopping ai tempi del coronavirus: i consigli per fare acquisti online

Più informazioni su

    In questo periodo storico gli italiani stanno imparando a fare di necessità virtù e anche i meno tecnologici hanno capito che internet è un valido strumento per porre rimedio a molte difficoltà quotidiane. Lo shopping online è da diverso tempo sempre più protagonista nella routine di molte persone, ma nel momento in cui si hanno difficoltà a muoversi liberamente per le città e i negozi sono perlopiù chiusi, diventa ancora più importante.

    Come risparmiare sul web

    Chi fa acquisti online da anni sa bene che questo canale permette di risparmiare a patto di utilizzarlo nel modo corretto, seguendo alcuni consigli indispensabili. Il primo consiglio è di acquistare sempre su siti conosciuti e affidabili. Un altro suggerimento è sì di approfittare delle offerte, ma senza lanciarsi ciecamente in rete a caccia di coupon che spesso possono rivelarsi ingannevoli. C’è ad esempio la possibilità di approfittare di sconti su e-commerce specializzati nel settore della moda, come YOOX, dove si possono trovare ancora saldi nella sezione donna e fare così acquisti sicuri senza rinunciare alla qualità. Altra cosa importante è di non limitarsi mai a una singola opzione ma di esplorare il web il più possibile, perché sui motori di ricerca è davvero semplice fare dei rapidi confronti dei prezzi e valutare la convenienza delle varie opzioni proposte dalle aziende. Un altro strumento molto comodo sono le mailing list: alcuni shop online, infatti, inviano agli iscritti delle email con una serie di promozioni particolarmente interessanti di cui vale la pena approfittare.

    Come evitare le truffe online

    Purtroppo la rete non offre soltanto preziose opportunità, ma anche alcune trappole che è bene imparare ad evitare. Qui si fa ovviamente riferimento alle truffe online, che in questo periodo di grande affollamento della rete rischiano di trovare tantissimi utenti impreparati. Si parla infatti di un boom degli acquisti online pari al +15%, con una spesa superiore ai 31 miliardi di euro in Italia. Il primo consiglio è di controllare le condizioni generali dei contratti di vendita, verificando ad esempio la presenza dell’opzione del reso. Inoltre, è bene pagare sempre con PayPal, evitando la carta di credito per ben due motivi: innanzitutto per proteggere i dati della nostra carta e, in secondo luogo, perché con PayPal si può ottenere il rimborso per le spese sulla spedizione dei resi. Si consiglia poi di verificare sempre la partita iva del negozio online e di fare attenzione alla presenza del certificato SSL, che contrassegna il sito come sicuro. Grazie all’HTTPS, infatti, abbiamo una fondamentale garanzia: i dati del pagamento, in sede di check out, vengono criptati e non sono visibili nemmeno per lo shop elettronico. Infine, occhio alle recensioni online, perché spesso le opinioni degli altri utenti permettono di scovare facilmente i portali truffa, così da evitare qualsiasi problema, comprese le contraffazioni delle merci.

    Più informazioni su