In Abruzzo i contagi tornano a salire vertiginosamente: ci sono 307 ricoverati

Sì inverte il trend positivo degli ultimi giorni in Abruzzo, dove c’era stato un rallentamento dell’aumento di contagi. Purtroppo nella giornata di oggi il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione ha fatto sapere che sono ben 124 i casi accertati in più di coronavirus in Abruzzo.

Nella giornata di ieri erano stati segnalati soltanto 26 contagi in più, ma probabilmente il dato era dovuto al funzionamento ridotto del laboratorio analisi di Pescara. Due giorni fa invece gli aumenti erano stati 76.

I 124 di oggi assumono un aspetto decisamente preoccupante per la Regione limitrofa al Molise e rafforza l’idea che ben presto potrebbe esserci la necessità di un aiuto molisano alla sanità abruzzese. Intanto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha ordinato che altri 5 Comuni diventino ‘zona rossa’ per prevenire il diffondersi del contagio.

Nello specifico l’Abruzzo ha raggiunto quota 813 casi positivi al covid-19. Attualmente 248 sono i pazienti ricoverati in Malattie infettive, di cui 141 in provincia di Pescara, 41 in provincia di Chieti, 37 in provincia di Teramo e 29 in provincia dell’Aquila.

Sono invece 59 i pazienti in cura in Rianimazione, suddivisi fra i 32 in provincia di Pescara, 12 in provincia di Chieti, 9 in provincia dell’Aquila e infine 6 in provincia di Teramo.

Infine ci sono 431 persone in isolamento domiciliare con la sorveglianza attiva da parte delle Asl. Il computo totale fa registrare invece 52 pazienti deceduti, sei dei quali nelle ultime 24 ore. Fra i dati di oggi anche i 16 pazienti clinicamente guariti e i 7 guariti, cioè ormai completamente fuori dall’incubo coronavirus. Dall’inizio dell’emergenza coronavirus in Abruzzo sono stati eseguiti 4982 tamponi e di questi 2741 sono risultati negativi.