Quantcast

Il Comune cerca architetti e ingegneri. C’è il bando ma per il concorso bisognerà attendere

Quattro posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di 'Istruttore direttivo tecnico' (categoria D1). L'avviso, già sul sito del Comune, dovrà ancora essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, poi ci saranno 30 giorni per candidarsi, come prevede la determina del 10 marzo. Per ora i concorsi sono congelati a causa dell'emergenza coronavirus: i tempi delle tre prove potrebbero pertanto essere più lunghi del previsto.

Quattro posti a tempo indeterminato al Comune di Campobasso, si cercano ingegneri e architetti. Non preoccupatevi: non avete le allucinazioni e non abbiamo preso un granchio. E’ quanto prevede l’ultimo bando pubblicato dall’amministrazione guidata dal sindaco Roberto Gravina tre giorni fa, 10 marzo.

In pratica, nel bel mezzo dei due decreti firmati dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che tra il 9 e l’11 marzo ha dichiarato tutta l’Italia una ‘zona rossa’ per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Quindi: Tutti a casa, spostamenti vietati o quasi (limitati solo ai motivi di lavoro, salute o per necessità impellenti come la spesa o l’acquisto di farmaci). Sono chiusi negozi, bar, pizzerie, ristoranti, palestre, solo per citare qualche esempio.

Una stretta che ha avuto conseguenze pure sui concorsi pubblici: tutti bloccati sull’intero territorio nazionale fino al 3 aprile. “Sono sospese le procedure concorsuali per l’accesso al pubblico impiego – ha precisato il ministro della Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone – ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati è effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica”.

Potranno svolgersi invece “i concorsi per il personale sanitario”, ed era forse scontato dal momento che la diffusione del Covid-19 sta richiedendo sforzi straordinari a medici e infermieri rendendo necessarie assunzioni per rimpinguare gli organici. Discorso simile per la Protezione civile, ma in questo caso i concorsi “devono svolgersi preferibilmente con modalità a distanza”.

E’ nel bel mezzo di tali restrizioni, in un Paese tramortito dal coronavirus, che il Comune della città capoluogo ha pubblicato la determina firmata dal dirigente del Settore Risorse Umane Nicola Sardella per quattro posti a tempo pieno e indeterminato, per il profilo professionale di ‘Istruttore direttivo tecnico’ (categoria D1).

Per l’ammissione al concorso bisogna possedere come titolo di studio la laurea in Ingegneria o in Architettura. 

Una commissione valuterà i titoli presentati dai candidati, mentre sono considerati prerequisiti anche la conoscenza di una lingua straniera tra inglese e francese, l’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche di generale e diffuso utilizzo.

Poi bisognerà sostenere tre prove: due scritte (una sulle materie programma d’esame, la seconda a contenuto teorico-pratico) e una orale.

Per gli scritti il candidato dovrà prepararsi su una serie di materie, tra cui la legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia privata, il codice dei beni culturali e del paesaggio, la normativa sull’abbattimento delle barriere architettoniche, le nozioni in materia di beni demaniali e patrimoniali. La prova orale consiste in un colloquio individuale sulle materie delle prove scritte, oltre all’ordinamento degli enti locali e al rapporto di lavoro per il personale degli enti locali.

Il bando dovrà essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Poi ci saranno 30 giorni di tempo per candidarsi. 

Dunque per ora nessun rischio che il bando venga bloccato. Ma bisognerà aspettare che si torni alla normalità dopo la paralisi determinata dai contagi da Covid-19. Quindi prendete carta e penna e scrivete un promemoria: in Molise non accade tutti i giorni che venga indetto un concorso pubblico che metta in palio posti a tempo indeterminato.

 

Qui la determina (concorso Comune).