Dalla toga al microfono: un campobassano vince il ‘Sanremo degli avvocati’

Si chiama Ugo Potente l'avvocato molisano si è aggiudicato la quinta edizione della manifestazione canora che si è svolta lo scorso 2 marzo al teatro Brancaccio. Il 33enne legale, che da anni vive ed esercita la professione a Roma, ha sbaragliato la concorrenza esibendosi in un brano dei Maneskin, 'Torna a casa'.

Dalla toga al microfono fino al palco del ‘Sant’-Ivo – Il Sanremo degli avvocati’, la gara canora di beneficenza che lo scorso 2 marzo si è svolta nella prestigiosa cornice del teatro Brancaccio di Roma.

avvocato

La quinta edizione del festival è stata vinta da Ugo Potente, giovane avvocato campobassano che da anni esercita la professione proprio nella capitale, ha emozionato il pubblico con la sua voce intensa esaltata dall’esibizione di un brano complicato come quello dei Maneskin, ‘Torna a casa’.

Un mix di emozioni e capacità canore che hanno consentito al legale molisano 33enne di conquistare la vittoria al termine di una serata ricca di emozioni.

teatro brancaccio

Quindici i finalisti che si sono esibiti al teatro Brancaccio dopo aver superato la fase eliminatoria nella quale sono stati impegnati cinquanta avvocati provenienti dagli ordini degli Avvocati di Roma, Cassino, Viterbo, Civitavecchia, Tivoli, Velletri e Latina. Sono stati tutti scelti per le loro capacità vocali, al di là dunque delle competenze professionali con codici, leggi e dell’ars oratoria fondamentale per convincere un giudice in un processo.

Gli avvocati che hanno partecipato al festival hanno affinato la loro preparazione con la guida di Stefano della Rovere, affiancato da una cantante lirica, Ani Dangova. Supervisione tecnica di Veronica Matrisciano, che ha curato anche scena e grafica dello spettacolo.

Infine, l’esibizione degli avvocati è stata valutata da una giuria di qualità composta da Daniele Bocciolini, del giudice Giacomo Ebner, di Daniele FabriziRita De RossiStefano GaleaniSerena GasperiniAndrea ManasseGiorgia MinozziLucia MorantePaola RojaAntonietta Trovato e Marco Zonaro.

Il festival, presentato dal consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma Aldo Minghelli e dalla criminologa Roberta Bruzzone, è stata una vetrina unica per i 15 avvocati che coltivano la passione del canto, come nel caso di Ugo Potente, molto emozionato quando ha sentito il suo nome pronunciato come vincitore del Festival.

“La sola partecipazione a Sant’Ivo – il suo commento dopo la vittoria – è già di per sé realizzare un sogno, quello di calcare uno dei palchi più importanti d’Italia, quello del Teatro Brancaccio, tradizionalmente considerato “Il Teatro di Roma”, un luogo dove si sono esibiti Artisti come Totò, Aldo Fabrizi, Anna Magnani, Gigi Proietti oltre a musicisti di ogni genere, dai Beatles a Louis Armstrong, da Fabrizio De Andrè a Jimi Hendrix.

Pensare, poi, di aver vinto in questo meraviglioso Teatro con l’applauso di un pubblico di oltre 1.500 persone è a dir poco incredibile, unico. E’ stata un’emozione mostrare una parte di me stesso e mettere a nudo le sensazioni che ho provato e ritrovato nella mia intimità e nel mio vissuto.
Vorrei ringraziare uno ad uno tutti coloro i quali hanno reso questo sogno realizzabile, in primis l’artefice ed il mentore di un progetto tanto ambizioso, esempio di forza e determinazione, l’avvocato Aldo Minghelli”.

Infine, una dedica speciale: “Dedico questo premio alla mia famiglia, determinante in assoluto nella mia vita. Un costante supporto senza il quale non avrei mai potuto realizzare i miei sogni”.