Dà l’ultimo appuntamento alla moglie e l’aggredisce, arrestato

Le aveva reso la vita un inferno: per questo la moglie aveva deciso di separarsi. Il 49enne di Trivento, dopo aver violato i provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna, è stato arrestato. L'appello dei Carabinieri: "Evitate gli incontri chiarificatori".

Le ha chiesto un ultimo appuntamento per definire alcuni dettagli sulla causa di separazione. Poi ha aggredito la moglie. Il marito violento è stato arrestato dai Carabinieri di Trivento, il paese in cui il 49enne viveva con la donna, ed è accusato di maltrattamenti in famiglia.

Le aveva reso la vita un inferno. Ad agosto, stanca delle continue liti e delle vessazioni subite dal marito, la donna ha trovato il coraggio di rivolgersi alle forze dell’ordine. E’ andata nella caserma dei carabinieri e ha raccontato tutto.

Dopo la denuncia, la signora è stata indirizzata nel sistema di prevenzione e supporto ormai consolidato sul territorio nazionale. Poi i Carabinieri hanno avviato gli accertamenti e le indagini, così come disposto dalla Procura della Repubblica di Campobasso in base alle ultime normative.

A distanza di qualche giorno dalla denuncia, il Tribunale ha emesso il primo provvedimento a tutela della donna, ovvero una misura cautelare: l’allontanamento dell’uomo dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi dalla stessa frequentati.

Per lei è dunque iniziato un periodo di relativa tranquillità, in cui ha cercato di recuperare la sua serenità oltre a intraprendere l’iter per la separazione dal coniuge. A questo punto l’uomo le ha chiesto un incontro per definire meglio la situazione sulla gestione dei figli e sui beni in comune.

Seppure timorosa, la donna ha deciso comunque di presentarsi all’appuntamento che nel volgere di pochissimo si trasforma in una accesa ed animata discussione, come racconterà poi lei ai Carabinieri. Dalle parole si è passati ai fatti: l’aggressione da parte del 49enne e la donna che, nonostante alcune leggere ferite, è riuscita a fuggire e a chiedere aiuto.

L’immediato intervento, la raccolta di quelle prove necessarie e delle testimonianze hanno consentito ai militari di riportare all’autorità giudiziaria i dettagli di quanto accaduto: il marito violento è stato quindi denunciato per aver violato i provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie. 

Successivamente sono scattati gli arresti domiciliari: dopo le formalità di rito, il 49enne è stato portato nella sua abitazione.

Dopo questo episodio l’appello del comandante della Compagnia Carabinieri di Bojano Pica: “E’ fondamentale denunciare immediatamente le violenze subite, ma soprattutto è necessario evitare ulteriori incontri chiarificatori. Piuttosto è meglio affidarsi alle istituzioni ed alle persone devolute a intrattenere rapporti”.