Covid, nuovo cluster a Campobasso. 200mila euro per aiutare le famiglie

Il sindaco Gravina spiega che uno dei tre nuovi contagiati non ha avuto contatti con le persone già positive. In arrivo soldi per le urgenze: "La settimana prossima si spera di raggiungere il picco per poi scendere. Ma ci aspettiamo altri casi".

In tarda serata, è arrivato il quotidiano messaggio alla cittadinanza del sindaco. Oggi, 29 marzo, si sono registrati tre casi positivi a Campobasso, di cui uno ‘nuovo’, che non ha avuto alcun contatto con le persone già contagiate: “I casi complessivi per Campobasso sono 36, a questi non aggiungiamo più né le due persone che sono venute purtroppo a mancare né le due ricoverate all’Istituto Neuromed, specificando che una sola è di Campobasso, l’altra è di un paese qui vicino”.

 

Le novità. “C’è stato un incremento di tre persone positive al virus: 25 attualmente sono presso il proprio domicilio, 11 invece sono ospedalizzate, di cui 2 in terapia intensiva e 9 in malattie infettive. Di questi tre nuovi casi, due fanno parte di nuclei familiari al cui interno c’era già un positivo, solo uno rappresenta una novità, nel senso che non aveva avuto alcun contatto con persone già positve. Di conseguenza, questa persona è in isolamento assieme alla famiglia formata da tre persone. Sono 96 invece le persone in isolamento. La notizia positiva è che aumentano le persone in isolamento che non hanno sviluppato sintomi da Covid. Questo consentirà, speriamo, di tenere questo mantenere limitato senza assistenza sanitaria”.

 

C’è poi l’aspetto economico, che sta attanagliando diverse famiglie che non hanno reddito: “Ci accingiamo ad approvare una variazione di bilancio d’urgenza, andremo a stornare fondi presenti in alcuni capitoli per rimpinguare il capitolo del sociale – annuncia Roberto Gravina – per aiutare le persone che hanno bisogno di beni di prima necessità ma anche dell’affitto mensile. A questo andrà aggiunto il fondo di solidarietà comunale sbloccato dal Governo, che riguarda 400 milioni distribuiti in tutti i Comuni. La buona notizia è che sono fondi immediatamente disponibili, e per Campobasso si parla di una cifra che si aggira tra i 160 e i 200mila euro. Ma ci saranno ulteriori aiuti e sostegni e liquidità per imprese, partite iva e lavoratori autonomi”.

 

Il messaggio sentito va a chi assiste cari malati di altre patologie ma anche ai campobassani che per la grande maggioranza si stanno comportando bene: “Il periodo è duro, fatichiamo tutti. Cercheremo di non lasciare nessuno indietro. Un saluto particolare va a chi assiste i cari malati, costretti a subire ritardi con visite e controlli purtroppo. Cerchiamo di essere pazienti e di mantenere le strette regole. La prossima è la settimana speriamo ultima e più decisiva: ci saranno altri casi, ce li aspettiamo, ma da metà settimana si potrebbe arrivare al picco per poi scendere. Non perdiamo la fiducia. E dico grazie ai campobassani, perché salvo alcuni casi in qualche supermercato e alcuni sportelli stanno mostrando grande senso di responsabilità”.