Campobasso al 2° posto. Mister Cudini: “Siamo maturati, pubblico splendido”

Il diciottesimo risultato utile di fila manda in orbita i rossoblù. Il tecnico: "Lavoriamo con concentrazione, la squadra sta bene anche fisicamente". Grande il contributo del pubblico, presente in circa quattromila unità allo stadio: "Per noi è uno stimolo. Il Matelica? Pensiamo a una gara per volta, non penso sia una guerra di nervi".

Campobasso incorona Mirko Cudini, tecnico schivo, riservato ma dal calcio rock’n’roll, che sta ribaltando un campionato partito male per trasformarsi in appassionante, ricco di bollicine. E sembra destinato ad aprire un ciclo in rossoblù. Almeno questa è l’intenzione della società che ha sempre detto di avere un progetto pluriennale: salvo sorprese, non si dovrebbe prescindere dal condottiero di Sant’Elpidio a Mare. Ma questo è un discorso che sarà affrontato a tempo debito.

Pubblico

 

La squadra ha la propria identità, gioca in modo piacevole, soprattutto dopo aver stanato la preda e nel momento in cui gli spazi si aprono. Una macchina ormai oliata, che rasenta la perfezione. Si soffre quando c’è da soffrire, ma senza lasciarsi andare a inutili isterismi, vecchio difetto che pare cancellato. Le 47 reti realizzate sono lì a testimoniare la mole di gioco sviluppata dai rossoblù, capaci di andare a segno con una regolarità quasi svizzera e di subire pochi gol: zero nelle ultime quattro giornate, tra Matelica, Porto Sant’Elpidio, Montegiorgio e Agnone. E secondo posto in tasca.

 

Chiaramente soddisfatto Cudini, del resto si parla del diciottesimo risultato utile di fila: “Sapevamo che non sarebbe stato facile soprattutto all’inizio, contro una squadra che ha fisicità, gamba, anche se aveva alcune assenze. Siamo stati bravi, anche se nel primo tempo non riuscivamo a trovare le giuste geometrie e non abbiamo creato granché. Ma alla lunga è andata bene, abbiamo concesso pochissimo all’Agnone, una delle rivelazioni di questo campionato, reggendo e venendo fuori alla grande e sfruttando quasi tutte le occasioni”. La serie sì era partita proprio da Agnone all’andata…

Cudini

Un aspetto importante: “Siamo maturati, anche nei momenti di non concretezza rimaniamo in partita e gestiamo bene, colpendo al momento giusto”. Sembrano lontani i tempi delle rimonte subite da Fiuggi, Avezzano e Pineto… Anche perché la condizione fisica è buona: “Stiamo bene, la condizione è soddisfacente, pensiamo a una partita per volta. Ma ci tengo a fare i complimenti ai ragazzi che hanno onorato la giornata in onore del capitano Scorrano e rendendo felice la gente che è giunta in massa allo stadio”.

 

Altro aspetto prezioso è il ritorno alla segnatura per Pietro Cogliati: “Sono e siamo contenti che Pietro sia tornato al gol, come tutti gli attaccanti vive per quello. Fa una mole di gioco importante a livello di non possesso, è giusto che abbia concretizzato dopo qualche giornata senza segnare. Abbiamo qualità davanti, dobbiamo solo sfruttarla al meglio”.

 

E ora si apre una sorta di ‘guerra’ di nervi col Matelica: “Non credo, per quanto ci riguarda mi auguro di no. Al di là della striscia positiva, lavoriamo per tenere basso l’aspetto emotivo. Lo dico sempre ai ragazzi, la rincorsa per noi non deve essere una pressione ma uno stimolo”. La spinta del pubblico, dei quasi quattromila di Selvapiana, è un quid unico: “Giocare davanti a tanta gente è sempre uno stimolo. L’entusiasmo della gente ci ripaga dei sacrifici fatti, ci fa piacere della fiducia che ci stanno dando, sono i ragazzi ad aver portato i tifosi allo stadio. Di questo siamo contenti, andiamo avanti per questa strada sapendo di averli al nostro fianco”.     FdS

26^ GIORNATA: Avezzano-Pineto 0-1, Campobasso-Olympia Agnonese 4-0, Chieti-Real Giulianova 1-2, Fiuggi-Cattolica 0-4, Jesina-Porto Sant’Elpidio 0-1, Notaresco-Vastese 0-1, Sangiustese-Montegiorgio 0-1, Tolentino-Recanatese 3-1, Vastogirardi-Matelica 0-1.

 

CLASSIFICA: Matelica 55, Campobasso e Notaresco 52, Recanatese 48, Pineto 43, Vastese 42, Olympia Agnonese 40, Montegiorgio 38, Tolentino 36, Porto Sant’Elpidio e Vastogirardi 34, Fiuggi 33, Cattolica e Giulianova 28, Avezzano e Sangiustese 20, Chieti 18, Jesina 13.