Quantcast
Passatempo anti-noia

Arriva ‘Coloriamo i Misteri’, l’album per i più piccoli scaricabile da facebook

Da oggi, 24 marzo, sarà disponibile sulle pagine fb del Museo dei Misteri e di Four Cherries e sul sito misterietradizioni.com. Una bella iniziativa volta ad aiutare i bambini ma anche i genitori in questi giorni in cui si deve restare chiusi in casa. Si tratta di un album di 30 pagine da scoprire e colorare che al suo interno contiene i disegni dei 13 ingegni del maestro Paolo Saverio di Zinno. All’interno si potrà trovare la mappa del percorso che la processione segue per le vie della città.

Da oggi, 24 marzo, sarà disponibile online sulla pagina Facebook di Four Cherries, sulla pagina Facebook Museo dei Misteri e sul sito misterietradizioni.com l’album da colorare pensato per i più piccoli dal titolo “Coloriamo i Misteri’. Un progetto che aiuterà i bambini, ma anche i loro genitori, a passare in maniera più spensierata queste lunghe giornate segnate dalla quarantena dovuta al Covid-19.

 

Il progetto è di Four Cherries Creative Design Studio in collaborazione con l’Associazione Misteri e Tradizioni. Si tratta di un album di 30 pagine da scoprire e colorare che al suo interno contiene i disegni dei 13 ingegni del maestro Paolo Saverio di Zinno. All’interno dell’album si potrà trovare la mappa del percorso che la processione segue per le vie della città. Inoltre accanto ad ogni disegno dei Misteri ci saranno, oltre alle descrizioni di ogni singolo ingegno, le foto dell’archivio Associazione Misteri e Tradizioni realizzate da Raffaele Farinaccio a fare da punto di riferimento per l’utilizzo dei colori.

 

Un’iniziativa totalmente gratuita e facilmente stampabile a casa da tutti, che vuole rientrare nella solidarietà digitale di questi giorni, per aiutare ad affrontare in modo pro attivo le restrizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio per far fronte alla situazione che sta attraversando il Molise come tutta l’Italia.

 

Per la prima volta verrà fornito un album da colorare personalizzato per la città e per la tradizione che rappresenta, dando ai bambini la possibilità di divertirsi imparando, e ai genitori di aiutarli a stimolare la loro creatività e il loro interesse per la tradizione.

 

“Abbiamo pensato di dare ai bambini di Campobasso e non solo, l’opportunità di passare le giornate di quarantena in maniera diversa e creativa – racconta Andrea Di Giacomo, art director di Four Cherries –. Tutti noi stiamo vivendo momenti duri in questi giorni, ma ognuno si sta impegnando affinché questa situazione surreale possa finire il prima possibile. Come studio di comunicazione il nostro impegno è stato rivolto a favore dei più piccoli, per combattere la noia scoprendo, conoscendo e colorando una delle tradizioni più importanti del capoluogo molisano. In un’epoca in cui la tecnologia e i videogame fanno da padroni abbiamo pensato che tornare al piacere di liberare la creatività attraverso i disegni e i colori fosse la scelta più giusta”.

commenta