“All’ufficio postale solo per operazioni urgenti”. Controlli più serrati

Il Comune di Campobasso vuole evitare a tutti i costi assembramenti e lunghe code agli sportelli che spesso non sono dovute a necessità effettive. E per questo si invita la cittadinanza “a recarsi presso l’ufficio postale solo per operazioni indifferibili e urgenti”. D’altronde, saranno effettuati controlli a campione per verificare l’urgenza e l’inderogabilità delle operazioni di chi si recherà alle Poste.

I trasgressori saranno segnalati all’autorità giudiziaria per violazione dell’articolo 650 del codice penale, punibile con l’arresto fino a tre mesi o ammenda fino a 206 euro.

L’assessore alle politiche sociali, Luca Praitano, ha testimoniato proprio le lunghe code che quotidianamente si notano nei pressi degli uffici postali: “Bisogna spostarsi soltanto in caso di reale necessità e comunque rispettare rigorosamente le distanze di sicurezza. A tal proposito, nei giorni scorsi abbiamo riscontrato particolare disordine nei pressi delle Poste, ufficio centrale e per questo, grazie alla preziosa collaborazione dei volontari dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, stiamo assicurando la regolamentazione del flusso, per il rispetto dei decreti vigenti”.

Poste

L’invito a collaborare è rivolto a tutti: “Ci si rende conto che ci sono decine di esigenze di persone davvero in difficoltà e noi dobbiamo usare i volontari quando basterebbe un po’ di attenzione? Le Forze dell’Ordine e la Polizia Municipale non riuscirebbero mai a controllare tutto il territorio per 24 ore al giorno, benché le segnalazioni stiano fioccando. Ci vuole maggiore rispetto per il loro lavoro, ma anche nei confronti di tutti i cittadini che si recano sul posto di lavoro per garantire un minimo di continuità a quelle attività che è complicato interrompere. In sintesi, per capirsi meglio: il riepilogo delle ultime 10 operazioni del conto corrente non è una giustificazione per uscire di casa”.