Senza fissa dimora o già allontanati dall’Italia, espulsi 4 stranieri

Più informazioni su

Tre provvedimenti di espulsione e un arresto con accompagnamento alla frontiera nei giorni scorsi a Termoli da specifiche operazioni di polizia.

L’uomo arrestato e poi allontanato dall’Italia è un albanese di 40 anni, già in precedenza espulso dal territorio nazionale due anni fa per precedenti reati, ma evidentemente era rientrato in Italia.

Gli agenti del commissariato di via Cina l’hanno fermato mentre si aggirava con fare sospetto tra i negozi e le abitazioni del centro storico di Termoli.

Dopo gli accertamenti è stato arrestato, giudicato per direttissima e accompagnato alla frontiera per il rimpatrio in Albania.

Provvedimenti di espulsione che hanno riguardato anche tre persone senza fissa dimora che bazzicavano nei pressi della stazione ferroviaria di Termoli. Dopo aver avviato nell’ultimo periodo una mirata attività di controllo, i poliziotti hanno rintracciato alcuni stranieri verificando se avessero o meno il permesso di soggiorno.

Gli accertamenti sono stati svolti dagli operatori, in sinergia con il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Campobasso, e tre degli stranieri identificati sono risultati irregolari. Si tratta di un uomo classe 1984, originario del Marocco, un altro iraniano del 2002 e il terzo è un libico del 1981. A tutti e tre sono stati notificati altrettanti provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale, emessi dall’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Due degli stranieri in questione in passato avevano commesso diversi reati, specie furti, sia a Termoli che in altri comuni della costa adriatica.

Più informazioni su