Schianto mortale in moto, conducente betoniera indagato ma negativo all’alcoltest. Non ci sarà autopsia

La Municipale ha ultimato i primi accertamenti sulla dinamica del sinistro costato la vita alla 24enne Valentina La Porta, che guidava una moto quando è andata a impattare contro la betoniera in via Pertini, a Termoli. Atti consegnati in Procura, che ha deciso di non chiedere l’autopsia. Per la ricostruzione dell’incidente si stanno ascoltando alcuni testimoni: ci sono elementi non ancora completamente chiari.

E’ indagato per omicidio stradale l’uomo di 58 anni, residente a Larino, che ieri pomeriggio era alla guida della betoniera contro la quale si è schiantata la motocicletta di Valentina La Porta, 24 anni. Indagato per prassi e nell’attesa di concludere la perizia: le responsabilità dietro la tragedia avvenuta poco dopo le ore 14 in via Pertini non sono ancora state chiarite del tutto.

Nel frattempo il conducente del veicolo è stato sottoposto, a sua stessa garanzia, a tutti glie esami di rito: alcoltest e drugtest con prelievo ematico. Negativo a tutto: non ha bevuto un goccio di alcol né assunto sostanze di qualsiasi tipo.

Se abbia commesso leggerezze nella manovra di immissione dalla tangenziale alla strada che collega Termoli con san Giacomo degli Schiavoni, centro dal quale la ragazza rientrava e verso il quale il conducente era diretto, sarà l’inchiesta a chiarirlo.

Valentina La porta incidente e foto

I Vigili Urbani di Termoli hanno lavorato fino a tardi ieri, giovedì, e hanno cominciato molto presto oggi, venerdì, per consegnare il prima possibile la documentazione preliminare alla pm di Larino Marianna Meo, che ha deciso di non disporre l’autopsia sulla salma della ragazza ritenendo sufficiente l’ispezione cadaverica che si è svolta ieri sera all’obitorio del san Timoteo, dove si trovava il corpo di Valentina La Porta, residente a Termoli.

La salma è stata quindi restituita alla famiglia e si attende di conoscere la data dei funerali che dovrebbero svolgersi a Torremaggiore, il paese natale della 24enne.

La sua morte ha sconvolto la comunità, aprendo una ferita profonda fra i tantissimi amici che la conoscevano e l’apprezzavano. Fra le altre cose Valentina, che lavorava nel bar-tabacchi di San Giacomo, giocava a calcio e praticava sport. E le associazioni e i compagni di squadra le hanno tributato ricordi commoventi sui social.

Valentina La porta incidente e foto

La dinamica dell’incidente è al vaglio degli organi inquirenti. Ci sono ancora diversi elementi da rimettere a posto, come trapela dalle fonti dirette. La betoniera, al momento dell’impatto, stava ultimando la manovra di immissione in via Pertini. La motocicletta era entrata nella corsia opposta. Cosa sia accaduto non si sa ancora, e a questo serviranno le testimonianze che si stanno raccogliendo, fra cui anche quella di un’amica della vittima che viaggiava dietro la moto con una Smart.

Oggi verrà ascoltato nuovamente, alla presenza del suo legale, l’autista della betoniera. Intanto i resti della moto e il mezzo industriale sono stati sequestrati.