Ricatta la ex e diffonde le sue foto sessuali, in carcere pregiudicato 30enne

L'uomo, già arrestato per estorsione a Roma, è accusato di stalking on line, violenza privata e diffusione di immagini sessualmente esplicite

Un trentenne di Termoli è stato arrestato nelle scorse ore con l’accusa di stalking on line, violenza privata e diffusione di immagini sessualmente esplicite. È un caso di cosiddetto Revenge porn, cioè vendetta pornografica su internet, quello che ha visto impegnato il personale del settore investigativo del compartimento Polizia postale e delle comunicazioni per il Molise guidato dal comandante Gabriele Di Giuseppe.

Arresto polizia postale

Grazie alle loro indagini, infatti, un 30enne pregiudicato di Termoli è finito in carcere nelle scorse ore in seguito alla misura cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Larino. La vittima di tutta questa vicenda è una donna residente in provincia di Campobasso che aveva avuto una relazione con il trentenne.

Dopo averla interrotta, però, la ragazza ha iniziato a subire continue molestie da parte dell’uomo che l’aveva ricattata ripetutamente, minacciando di divulgare on line alcune sue immagini sessualmente esplicite. Minacce che si erano rivelate concrete al punto che il trentenne aveva davvero diffuso sul web delle fotografie che ritraevano la donna in contenuti sessuali.

Polizia postale

Aveva pubblicato quelle foto sessuali tramite un servizio di messaggistica istantanea e con un profilo sui social che era stato appositamente creato proprio per veicolare la diffusione di quelle immagini esplicite.

Questa continuo stalkeraggio che era stato messo in pratica sia sui social network che via telefono aveva creato nella donna un vero e proprio stato di ansia e di paura che ha spinto la vittima a rivolgersi alla Polizia postale.

Le indagini sono durate diversi mesi ma hanno consentito agli agenti di raccogliere molto materiale probatorio che proverebbe appunto i reati commessi.

Arresto polizia postale

Per questo il Gip, valutata la gravità delle accuse e la pericolosità del soggetto, ha disposto la custodia cautelare in carcere del giovane che risulta avere alle spalle anche un arresto eseguito lo scorso novembre a Roma per estorsione ai danni della compagna.

In quel caso il questore della Capitale aveva emesso nei suoi confronti un foglio di via obbligatorio.

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.