Pompeo Barbieri premiato da Mattarella: “Grande esempio di reazione alle avversità”

Tra i 32 ‘eroi civili’ premiati al Quirinale dal Presidente della Repubblica Mattarella c’è anche Pompeo Barbieri, sopravvissuto al crollo della Jovine di oltre 18 anni fa e oggi più che mai impegnato nel sociale. Un esempio encomiabile di reazione alle avversità. Pompeo, nonostante la lesione al midollo che lo ha costretto su una sedia a rotelle, si è laureato Ingegnere Informatico ed è diventato campione di nuoto paralimpico

Pompeo Barbieri è diventato Cavaliere della Repubblica. Il giovane 25enne è stato premiato stamane, 17 febbraio, dal Presidente Sergio Mattarella con l’onoreficenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

giornata del malato diocesi

Con la cerimonia, che si è tenuta al Quirinale, sono stati insigniti 32 nuovi ‘eroi quotidiani’ tra cui appunto il giovane di San Giuliano di Puglia che – molti lo ricorderanno – quel funesto 31 ottobre del 2002 si trovava nella Scuola Jovine che crollò a causa di quel terremoto che si portò via 27 ‘angeli’ più la loro maestra  Carmela Ciniglio.

Pompeo Barbieri cavaliere Repubblica

“Per il suo encomiabile esempio di reazione alle avversità ed impegno sociale”, questa la motivazione con cui la presentatrice Eleonora Daniele ha annunciato l’eroe Pompeo. Emozionato, il giovane – che nel frattempo è diventato ingegnere informatico – si è avvicinato alla massima carica dello Stato e nella sala hanno risuonato queste parole: “Estratto vivo dalle macerie della scuola che frequentava, gli è stata riscontrata la lesione del midollo, attivo nel volontariato, nel 2019 ha vinto due medaglie d’oro nei 50 e 100 metri stile libero nei campionati invernali di nuoto paralimpico”.

“Nel 2002, quando frequentava la terza elementare, è rimasto per 11 ore sotto le macerie dopo il crollo della sua scuola – ricordano dal Comitato Paralimpico del Molise -.Da allora la paralisi per via della lesione del midollo e dieci anni dopo il trapianto di un rene donatogli dal padre. Lunghi ricoveri. Poi una difficile riabilitazione che, però, lo ha avvicinato al mondo del nuoto. Ed è proprio in vasca che Pompeo ha conquistato, tra tutto, due medaglie d’oro ai campionati italiani assoluti invernali di Bologna nei 50 e 100 stile libero”.

Un campione paralimpico che si è sempre distinto anche nel sociale, tanto da fondare con gli altri ragazzi di San Giuliano di Puglia l’associazione “Pietre Vive”.

“Sempre sorridente e indiscutibilmente caparbio, a tratti timido ma assolutamente deciso a raggiungere gli obiettivi, Pompeo Barbieri è un grande atleta, un orgoglio” ha commentato il presidente del Cip Molise, Donatella Perrella.

Pompeo Barbieri cavaliere Repubblica

Un esempio di resilienza che tante volte vi abbiamo raccontato e che da oggi tutta Italia può conoscere.