Perseguita ex moglie con messaggi e pedinamenti: divieto di avvicinarsi

Più informazioni su

La perseguitava perché lei voleva separarsi e lui invece insisteva con il matrimonio. La seguiva, la pedinava, e nell’agosto scorso l’ha persino aggredita causandole ferite e lividi. Ora a carico di un uomo residente a Lucito i carabinieri della stazione locale hanno eseguito una misura cautelare emessa dal gip del tribunale di Campobasso su richiesta della Procura che consiste nel divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna.

I due erano in fase di separazione e la condotta dell’uomo si è manifestata con diversi atti persecutori, telefonate, messaggi inviati a tutte le ore, appostamenti, pedinamenti che hanno reso un inferno la vita della donna. Uno stato perenne di mortificazione, agitazione e paura per la propria incolumità che non le ha consentito di svolgere regolarmente le proprie occupazioni e l’ha portata a cercare disperatamente sicurezza e privacy in famiglia e sul posto di lavoro, dove però lui continuava a recarsi e spaventarla, per tenerla sotto controllo.

L’uomo rischia l’arresto se non si adeguerà alla misura restrittiva che gli vieta di avvicinarsi alla sua ex moglie.

Una vicenda che racconta una tipologia delittuosa sempre più frequente, “il cui contrasto è uno degli obiettivi principali della Procura”, si legge in una nota che informa di quanto accaduto, anche per prevenire reati più gravi.

Più informazioni su