Parte il progetto ‘Bianco a metà’. Gli avvocati recitano se stessi e il processo diventa teatro foto

Recitare il ruolo abituale di tutori della giustizia e garanti dei diritti e della legalità, per informare i ragazzi sui temi sociali più discussi: bullismo, violenza di genere e altro. Diversi avvocati del Foro di Campobasso sono ‘I senza appello’, gruppo teatrale che, insieme con l’altra compagnia ‘Rumori fuori scena’ è interprete del progetto ‘Bianco a metà – teatro sociale’ di cui l’associazione ActionAid Molise è capofila.

L’iniziativa è stata presentata venerdì scorso al Circolo Sannitico di Campobasso. Presenti la Presidente di ActionAid Antonella Perrotta, il Professor Pierluigi Armagno e gli avvocati Fabio Albino e Domenico Fiorda, ques’ultimo new entry del processo simulato.

La regia è come detto dell’associazione di volontariato ActionAid Molise che, vincendo il bando regionale, potrà avvalersi di un finanziamento della Regione Molise a valere sull’Avviso Pubblico “Finanziamenti per il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da Organizzazioni di Volontariato o Associazioni di Promozione Sociale, in base all’Accordo di Programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Molise”.

Avvocati attori con studenti

Nell’ambito del progetto, in linea con le esperienze già maturate dai due gruppi teatrali, sono stati avviati i laboratori teatrali “Teatro a tutte le Età” e “Poesia e Teatro da Ascoltare”, quest’ultimo con l’Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Campobasso, nonché il laboratorio dei processi simulati.

Saranno realizzati eventi, rappresentazioni, processi simulati dedicati alle Scuole del capoluogo e della regione. Primo evento, sabato scorso, nell’aula della Corte d’Appello del Palazzo di Giustizia, a cura del gruppo teatrale “I Senza Appello”. Gli avvocati attori o viceversa gli attori avvocati hanno simulato due processi per un pubblico molto particolare: gli studenti degli Istituti ‘Cuoco’ e ‘Pertini’, circa cento in totale.

Avvocati attori con studenti

Tema in dibattito, anzi in dibattimento, la scena di una storia di violenza di genere realmente accaduta. Affrontando un caso concreto, con tutta l’enfasi del caso (un avvocato che recita se stesso in udienza è un espediente di grande presa sullo spettatore), gli interpreti togati e no hanno potuto raccontare ai ragazzi le dinamiche di potere e quelle relazioni affettive che spesso sono connotate da violenza e prevaricazione. Per altro ragazze e ragazzi sono entrati in contatto con realtà importanti che operano sul territorio, come la rete antiviolenza che funge da specifico servizio pubblico in regione.

Interessante la risposta dei giovani spettatori a fine processo. Tante le domande, tante le risposte, alla presenza tra l’altro di Libera contro le mafie e dell’associazione ActionAid Molise.

Sabato prossimo, 15 febbraio, presso la sala esposizioni del Circolo sannitico, un nuovo appuntamento. In programma il “Saggio di Poesia e Teatro di San Valentino”, a cura del gruppo teatrale di ActionAid Molise, ‘Rumori fuori Scena’, con la partecipazione di alcuni soci dell’Uici di Campobasso. Altra occasione per avvicinarsi al teatro sociale, stavolta aperta a tutta la cittadinanza.