Parcheggi auto introvabili nel centro storico, residenti esasperati

Le autorizzazioni concesse negli anni passati ai residenti non ci sono più: il consigliere di opposizione Mario Annuario ha deciso di portare la vicenda in Consiglio comunale

Trovare un parcheggio nel centro storico di Campobasso è un’impresa. I residenti da anni lamentano questa problematica chiedendo soluzioni anche all’ex assessore alla mobilità Francesco De Bernardo. La questione viene riproposta all’attenzione dell’amministrazione M5S da Mario Annuario, consigliere di opposizione che nella parte vecchia del capoluogo abita pure.

L’esponente di Fratelli d’Italia ha presentato una interrogazione che sarà discussa nella prossima riunione dell’assise civica nella quale chiederà provvedimenti al sindaco Roberto Gravina e al titolare della mobilità Simone Cretella.

“Partiamo dal presupposto che il centro storico, da anni, soffre di una carenza cronica di parcheggi – ha affermato il consigliere comunale Mario Annuario – La situazione è, oggi, aggravata dalla presenza degli Ecostop della raccolta differenziata e dalla presenza delle colonnine elettriche”.

“I residenti lamentano da tempo l’impossibilità di parcheggiare vicino alla propria abitazione e occorre ricordare come, fino a qualche anno fa, gli stessi residenti potevano usufruire di un’autorizzazione, che concedeva loro per lasciare l’auto in sosta in apposite aree. Oggi – ricorda Annuario – queste autorizzazioni non esistono più. Sono già diverse le amministrazioni cittadine ad aver preferito abolire queste autorizzazioni, creando non pochi problemi a chi il centro storico lo vive quotidianamente”.

“Nonostante le autorizzazioni non esistano più – ha continuato il capogruppo di Fratelli d’Italia – è rimasta invariata la segnaletica verticale, creando confusione tra i cittadini, essendo ancora previsti dagli stessi segnali stradali i parcheggi con autorizzazione”.

“L’obiettivo dell’interrogazione – ha concluso il consigliere comunale Annuario – è quello di giungere, nel giro di poco tempo, alla risoluzione di questo annoso problema per i residenti. Ovviamente, occorrerà, sin da subito, modificare la segnaletica verticale, laddove i segnali prevedano ancora la possibilità di parcheggiare con l’autorizzazione, il cui rilascio da anni non è più previsto”.