La Hidro vince il Trofeo Emmedue. Il presidente Oriente: “Successo fantastico”

90 le medaglie totali, di cui 20 d'oro, ottenute da ondine e tritoni giallo-blu, tra i quali spiccano i 4 ori del giovanissimo Luigi Pallante, classe 2009.

Ottimo weekend di gare per la compagine molisana della Hidro Sport che si riconferma al vertice della classifica assoluta del trofeo Emmedue. Centinaia di atleti provenienti da numerose regioni del centro-sud hanno dato vita a 2 giorni di gare molto intense e combattute, stimolati anche dalla presenza di atleti plurimedagliati a livello nazionale ed internazionale quali spiccano per blasone Silvia Di Pietro e Christian Ciccarese.

I nuotatori giallo-blu, decisi a portare a casa il bottino pieno per allungare la striscia di vittorie consecutive a questo evento, sin dalle prime batterie si sono dimostrati in gran forma e pronti a battagliare per ottenere prestazioni di rilievo e continuare il suo percorso di avvicinamento verso l’evento clou della stagione indoor, i Campionati Italiani giovanili di Riccione, per i quali si annoverano già ben 7 qualificati in gare individuali.

Innumerevoli i primati personali battuti dai molisani in questo weekend, molti dei quali sono serviti ad avvicinare sensibilmente i tempi limite imposti dalla federazione per ottenere il “pass” per gli italiani, mentre coloro che risultano già qualificati hanno ulteriormente migliorato il loro ranking in ambito nazionale.

90 sono state le medaglie totali, di cui 20 d’oro, ottenute da ondine e tritoni giallo-blu, tra i quali spiccano i 4 ori del giovanissimo Luigi Pallante, classe 2009, vincitore dei 50 SL, 50 rana, 50 farfalla e 100 misti. Gli altri 16 successi sono giunti grazie a Marco Gallesi nei 100 farfalla e soprattutto nei 50 farfalla dove ha sfiorato una clamorosa qualificazione per i Campionati Italiani Assoluti: 25”13 il suo crono finale a 2 decimi soltanto dal limite assoluto. Doppio successo anche per Ermanno Tedeschi vittorioso nei 50 rana e nei 200 SL; per Giorgia Picciano nei 100 e 200 dorso e per Fiorella Colanzi nei 100 e 200 farfalla. Un successo a testa lo hanno ottenuto Sara Colalillo nei 50 dorso, Benedetta Sangregorio nei 200 misti, Alisia D’agnone nei 100 SL, Erika Minicucci nei 50 dorso, Federica Caruso nei 200 rana, Giovanna Muccitto nei 200 misti, Emanuele Perlino nei 100 SL e Gabriele Carfagna nei 50 rana.

31 sono state invece le volte in cui gli atleti della Hidro Sport hanno calcato il secondo gradino del podio con Daniel Agostini nei 100 e 200 dorso e nei 200 misti, tris anche per Arturo Spina nei 50,100 e 200 rana; poi le doppiette di Alisia D’agnone nei 50 e 200 SL, di Erika Minicucci nei 100 e 200 dorso, di Giuseppe Borrelli ed Antonio Iacovelli nei 100 e 200 farfalla, Vittorio Sciarretta nei 50 e 200 dorso; un argento a testa lo hanno conquistato poi Giorgia Picciano (50 dorso), Sara Colalillo eBenedetta Sangregorio (200 dorso), Federica Caruso (100 rana), Claudia De Tullio (50 rana), Francesco Gatti (100 SL), Annalaura Mariano (200 rana), Giovanni Oriente (200 SL), Elisa Petti (200 farfalla), Sara Sabella (50 rana), Domitilla Oriente (200 farfalla), Alessio Di Vico (50 farfalla), Andrei Iannantuono (200 farfalla), Michele Pio Gasbarrino (100 farfalla) e Federica Benenati (200 farfalla).

A chiudere un sontuoso medagliere, le 39 medaglie di bronzo ottenute da: Ermanno Tedeschi (50-100 SL), Marco Gallesi (50-100 SL), Sara Colalillo (100 dorso-200 misti), Sofia Pallante (100-200 farfalla), Claudia De Tullio (100-200 rana), Giovanna Muccitto (50-100 farfalla), Gemma Guiderdone (50 SL, 50 farfalla), Cristian Di Biase (100 SL e 100 farfalla), Fiorella Colanzi (50 rana),  Federica Caruso (50 rana), Daniel Agostini (50 dorso), Francesco Gatti (50 dorso), Annalaura Mariano (100 rana), Giovanni Oriente (200 dorso), Giuseppe Borrelli (200 rana), Andrei Iannantuono (200 misti), Federico Di Vico (50 dorso), Carmen Spina (50 dorso), Alisia Ricciardella (200 rana), Mario Colalillo (200 farfalla), Giuseppe Mariano (100 rana), Francesco Marra (50 farfalla), Chiara Testa (50 dorso), Nicola Del Papa (100 rana) e Francesco Pio Stinziani (200 farfalla).

“Un successo fantastico e stupefacente – ha commentato Tony Oriente, presidente e tecnico Hidro Sport – nelle dimensioni e nella consistenza dimostrata da questo meraviglioso gruppo che rappresento. I ragazzi hanno dato vita a prestazioni individuali strepitose, sostenuti da tutti i compagni in un crescendo continuo dalla prima batteria fino all’ultima finale in programma . Questo successo ci gratifica e ci responsabilizza ancora di più nel continuare questo percorso di crescita che ci sta mettendo fortemente in luce in ambito nazionale”.