Il mistero della pantera, rinvenuta carcassa di pecora inviata all’istituto Zooprofilattico

La sindaca Angela Amorosa ha chiesto all'ente di studiare quando l'animale è stato ucciso e come, una sorta di esame ulteriore per chiarire i dubbi emersi finora. Un agricoltore ha denunciato la scomparsa di tre pecore ed un montone. Nel pomeriggio il presunto felino è stato visto in agro di Duronia. Due le segnalazioni giunte ai carabinieri di Trivento. Avrebbe percorso 15 chilometri in un giorno

A Limosano si attendono i risultati dei rilievi eseguiti dal veterinario dell’Asrem, Luigi Mastrogiuseppe, sulle orme rilevate nei terreni tra contrada Passo Campobasso e Contrada Cese Le Morge.

Durante le perlustrazioni, nel boschetto adiacente l’area dove sono state rilevate le impronte, è stata scoperta anche la carcassa di una pecora che il sindaco di Limosano, Angela Amorosa, questa mattina – venerdì 21 febbraio – ha provveduto a prelevare e ad inviare all’istituto Zooprofilattico perche fosse sottoposta a tutti gli esami utili a capire prima di tutto quando la pecora è stata uccisa e poi come. Elementi che potrebbero coadiuvare le risultanze degli esami tecnici eseguiti con le misurazioni dell’ampiezza della zampata, la profondità, la distanza l’una dall’altra.

Un animale certamente non di piccole dimensioni. Si parla di “un grosso cane” oppure “di felino di grosse dimensioni”, ma pochi di coloro che sono stati chiamati ad intervenire avrebbero palesato la possibilità che possa trattarsi di una pantera come dimostrerebbero le fotografie scattate da alcuni cittadini pugliesi dove è stata vista la prima volta e poi da quelli molisani come accaduto proprio a Limosano.

In giornata sono giunte due nuove segnalazioni ai Carabinieri di Trivento, competenti per territorio. Lo stesso animale nero, infatti, è stato avvistato in agro di Duronia. Dunque avrebbe percorso una quindicina di chilometri nelle ultime 24 ore.

Infine sempre da Limosano è arrivata anche la denuncia di un agricoltore che ha segnalato la scomparsa di tre pecore dal suo gregge e quella di un montone. Fattori che in qualche modo alimentano il mistero sulla presenza di questo animale non ancora identificato.  E al di là dell’ ironia social o dei dubbi che più di qualcuno avrebbe espresso nelle ultime ore, il sindaco Angela Amorosa ribadisce ancora una volta: “Di qualunque animale si tratti, io devo sapere. Ho il dovere di rassicurare la popolazione che mi chiede risposte e su questo non transigo”.