Giochi e altalene per bambini diversamente abili: pronto il parco ‘inclusivo’

Lavori finiti nello spazio attrezzato per i più piccoli in villa de Capoa. Il progetto nato nel 2015 e finanziato dai privati su iniziativa del Rotary Club sta per dare i suoi frutti. La gestione sarà curata dall’associazione Cnis. A giorni l’inaugurazione del nuovo spazio di aggregazione per tutti i bambini e le famiglie.

Il “parco giochi inclusivo” in villa De Capoa è pronto. A giorni sarà montato il box informazioni, dopodiché l’inaugurazione. Da un lato la riqualificazione della villa comunale di Campobasso, dall’altro il grande obiettivo di carattere sociale che si racchiude nell’abbattimento, non solo delle barriere architettoniche, ma anche di quelle culturali. Questo lo scopo che permetterà di dare un nuovo volto al parco giochi di villa De Capoa.

Pronti per essere fruibili dall’intera cittadinanza un’altalena in legno con due posti, tre giochi con molla in legno/metallo, un’altalena per bambini diversamente abili, un gioco completo di scivolo, arrampicata e percorso, una pavimentazione a scacchiera, un box per informazioni e accoglienza.

Il progetto è nato tanti anni fa, precisamente nel marzo del 2015, quando il Comune di Campobasso – con l’allora amministrazione guidata da Antonio Battista – accettò la proposta pervenuta dall’Associazione Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati di Campobasso, che consisteva nella riqualificazione dell’area gioco presente in villa De Capoa, attraverso la fornitura e posa in opera di elementi di arredo specifici per il gioco dei bambini anche con disabilità.

A gennaio 2019 è stato approvato lo schema di disciplinare tra il Comune e il Cnis per la regolamentazione della realizzazione e gestione del Parco giochi inclusivo denominato “Paul Harris”.

parco giochi inclusivo villa de Capoa Campobasso

L’opera pubblica è interamente a spese dei privati. L’acquisto dei giochi per Villa De Capoa – come molti forse ricorderanno – è a spese del Rotary Club di Campobasso. Diverse le iniziative e gli sponsor che hanno contribuito alla raccolta fondi culminata nella possibilità di riqualificare la villa comunale del capoluogo attraverso uno spazio di aggregazione inclusivo.

“A giorni sarà montato il gazebo per assistenza e vigilanza a cura dell’associazione Cnis  – ha commentato l’attuale presidente del Rotary Club Campobasso, Cesare Bitonti – e dopo sarà inaugurato il parco. I giochi sono stati montati, è stata realizzata pure una rampa di accesso per i diversamente abili. L’acquisto degli arredi è stato interamente a spese del Rotary Club, grazie agli sponsor e alla raccolta fondi. Siamo pronti per dare le “chiavi” del parco giochi all’associazione Cnis che si occuperà della gestione (per nove anni ndr)”.

“Spero che il giorno dell’inaugurazione – la chiosa finale di Bitonti – vengano parecchie persone in villa De Capoa in modo tale da rendersi conto del bene che le associazioni fanno alla città di Campobasso”.