Fondi ricostruzione post sisma, ex sindaco Grande e altri imputati ancora assolti

L’ex sindaco di Guardialfiera Remo Grande, la sua Giunta e i funzionari del Comune sono stati assolti da tutte le accuse, in particolare da quelle di falso ideologico e tentata truffa ai danni dello Stato. Accuse che la Procura della Repubblica di Larino aveva mosso a Grande e agli altri amministratori sulla base dei fondi spesi per la ricostruzione post sisma 2002.

A difendere gli imputati in tribunale sono stati gli avvocati Giuseppe Ruta e Roberto Iammatteo dello studio legale ‘Ruta & Associati’ e l’avvocato Costantino D’Angelo.

La vicenda era nata in seguito a un esposto depositato alla Procura della Repubblica di Larino da un cittadino di Guardialfiera che più volte aveva denunciato alla magistratura frentana presunte irregolarità da parte dell’Amministrazione comunale di Guardialfiera guidata dal Sindaco Remo Grande sia nella gestione che nell’assegnazione dei contributi necessari alla ricostruzione post sisma nell’area del cosiddetto cratere.

In seguito al dibattimento, la Procura aveva chiesto la condanna in relazione ad alcuni capi di imputazione per i quali il Comune di Guardialfiera con l’attuale Amministrazione comunale guidata da Vincenzo Tozzi si era costituito parte civile nel processo penale.

Ma il giudice ha ritenuto di assolvere con la formula più ampia tutti gli imputati per insussistenza dei fatti così come peraltro già avvenuto con precedente sentenza dello stesso Tribunale di Larino confermata in sede di appello con sentenza della Corte di Appello di Campobasso, passata in giudicato.

“Una vicenda che, pertanto, avrebbe potuto già chiarirsi per tempo evitando inutili e defatiganti processi pregiudizievoli anche alla salvaguardia di interessi pubblici (ove si consideri che gli stessi fatti erano già stati definitivamente chiariti e che la riproposizione degli stessi in un nuovo processo ha, pertanto, allungato i tempi della ricostruzione e dell’attuazione degli interventi di adeguamento suscitando un inutile e sproporzionato clamore)” scrivono ora gli avvocati dello studio ‘Ruta e associati’.

“Si chiude un altro capitolo di una vicenda giudiziaria che da oltre dieci anni vede, loro malgrado, interessati gli ex amministratori del Comune di Guardialfiera che, nonostante i numerosi esposti nei loro riguardi sfociati in altrettanti processi penali, sono stati sempre assolti dimostrando la correttezza del loro operato posto in essere nell’interesse esclusivo della ‘cosa pubblica’”.