Fanno incetta di ovetti Kinder, cioccolatini e superalcolici: scoperti ladri ‘golosi’

Denunciati i tre pregiudicati campani. E' stata inoltre arrestata la donna autrice di uno scippo ai danni di uno sfortunato automobilista.

Più informazioni su

Sono stati scoperti dopo aver nascosto la refurtiva in macchina: i ladri ‘golosi’ avevano fatto incetta di uova di Pasqua della Kinder, tavolette di cioccolata, pacchetti di gomme da masticare, cioccolati di vario genere delle più note marche commerciali (i Baci Perugina e i Pocket coffee ad esempio).

I tre pregiudicati campani sono incappati in un posto di blocco a Sesto Campano. Viaggiavano in direzione Abruzzo, probabilmente volevano rivendere su quel mercato la merce.

I Carabinieri di Venafro hanno controllato l’autovettura e nel cofano hanno trovato il bottino dal valore complessivo di 500 euro. I tre non hanno saputo spiegare ai militari perchè nascondessero i prodotti da bar nella vettura: dolci confezionati, snack e superalcolici. La merce è stata dunque sequestrata e i militari sono al lavoro per individuare il luogo in cui è avvenuto il furto. Alla fine degli accertamenti, i tre campani sono stati denunciati. Devono rispondere del reato di ricettazione.

E’ stata poi arrestata la donna autrice di uno scippo ai danni di uno sfortunato automobilista. Gli aveva chiesto un passaggio, poi gli aveva sfilato dal collo una collanina d’oro e si era data alla fuga. L’uomo ha subito chiesto aiuto al 112. Nel giro di pochi minuti i Carabinieri hanno raggiunto il centro di Venafro e poco dopo  hanno bloccato la 32enne rumena: non era riuscita ad allontanarsi più di tanto, si trovava in una zona non distante dal luogo in cui aveva scippato il malcapitato automobilista.

La donna proveniva da Napoli, oltre ad avere numerosi precedenti penali. E’ stata portata in caserma dove è tata perquisita dal personale femminile dell’Arma. Addosso aveva proprio la catenina appena rubata. E’ bastato procedere a più approfonditi accertamenti sul conto della donna, per scoprire che aveva dato false generalità e che a suo carico risultava un ordine di carcerazione per un anno e 10 mesi per reati di rapina e lesioni pendente dal 2012. La donna è stata dunque trasferita in carcere a Pozzuoli.

Infine, ell’ambito dei servizi straordinari svolti dai militari, si è proceduto infine alla denuncia a piede libero nei confronti di un sorvegliato speciale sorpreso nel Comune di Cerro al Volturno in compagnia di altri due soggetti gravati da precedenti penali e di polizia. La legge prescrive infatti per questi soggetti il divieto di accompagnarsi a pregiudicati.

 

Più informazioni su