Emergenza cinghiali, ecco i corsi per la caccia di selezione

Coldiretti annuncia mobilitazioni sul tema. I dettagli saranno illustrati in una conferenza stampa indetta per lunedì 24 febbraio.

Dopo i cinque corsi organizzati lo scorso anno dagli ATC del Molise e considerata la pressante richiesta giunta dall’assessorato regionale all’Agricoltura – nonché da alcune associazioni venatorie, associazioni agricole e dagli stessi cacciatori – il 9 marzo partiranno i nuovi corsi di abilitazione alla caccia di selezione. Per iscriversi basta effettuare la domanda di accesso e reperire la modulistica sul sito dell’ATC 1, a partire da oggi e con scadenza 1 marzo.

I corsi avranno una durata di 36 ore, fino alla prova conclusiva in cui verranno rilasciati, a coloro che saranno ritenuti idonei, l’attestato e il tesserino. L’iniziativa, fortemente sostenuta dall’assessore Nicola Cavaliere, è finalizzata a contrastare l’emergenza cinghiali, criticità denunciata a più riprese da agricoltori, amministratori e semplici cittadini.

Nel primo anno di Caccia di selezione in Molise, ovvero il 2019, sono stati ottenuti risultati positivi, certificati anche da una nota ufficiale dell’Ispra. Il programma si applica nel pieno rispetto dei vincoli e delle leggi nazionali e rappresenta di fatto l’unica azione che può essere adottata oggi in regione per arginare il fenomeno ungulati. E ciò pone il Molise in linea con il resto del territorio nazionale, dove si vive la stessa emergenza e si applicano gli stessi strumenti di contrasto.

Intanto, Coldiretti annuncia mobilitazioni sul tema. I dettagli saranno illustrati in una conferenza stampa indetta per lunedì 24 febbraio, nella sede della Federazione regionale di Coldiretti Molise, in via D’Amato n.15, alle ore 10. All’incontro prenderanno parte il delegato confederale ed il direttore regionale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli ed Aniello Ascolese.

Nel corso della conferenza stampa sarà annunciata e illustrata la manifestazione che l’organizzazione ha indetto per il 3 marzo prossimo a Campobasso. A partire dalle ore 9.00, gli imprenditori agricoli e zootecnici scenderanno in piazza Vittorio Emanuele per portare all’attenzione di tutta l’opinione pubblica regionale la gravissima emergenza creata dell’aumento spropositato e incontrollato dei cinghiali, letali non più solo per le aziende ma anche per la pubblica incolumità, visti i continui e sempre più frequenti incidenti, anche mortali, da essi causati. Verranno evidenziate le numerose altre emergenze che condizionano l’attività delle imprese operanti nel settore agricolo in Molise.