Elezioni, la comunità degli stranieri scende in campo: “Stiamo con Montenero che Rinasce”

Lo scorso 4 febbraio si è costituito il comitato 'Stranieri residenti a Montenero' che boccia le politiche di integrazione dell'attuale amministrazione e risponde all'appello lanciato dal consigliere comunale di opposizione Nicola Palombo (esponente di Leu) e Gianluca Monturano, in lista con il M5S alle scorse Regionali. Oggi l'annuncio: "Rispondiamo all'appello lanciato da 'Montenero Bene Comune' e 'Costruiamo il Futuro'"

Per ora si sa che dovrebbero svolgersi a maggio, ma la data ufficiale delle prossime elezioni amministrative sarà fissata presto dal Ministero dell’Interno. Nonostante ciò, a Montenero di Bisaccia già si respira un certo fermento. E in occasione di questa tornata elettorale c’è anche una novità: in campo ci sarà anche una rappresentanza della numerosa comunità di stranieri che vive nel paese bassomolisano. Tra i circa 6400 residenti ci sono soprattutto marocchini di seconda generazione, rumeni e anche cittadini polacchi.

Probabilmente qualcuno di loro ha aspirazioni di candidatura a consigliere comunale come avvenuto a Campobasso (dove è stato eletto il consigliere straniero aggiunto all’interno dell’assise civica). E forse il comitato ‘Stranieri residenti a Montenero’ che si è costituito lo scorso 4 febbraio è una sorta di trampolino di lancio per la costituzione di una lista che sarà presentata alle Comunali.

Le carte sono ancora coperte, ma è stato già individuato il campo in cui schierarsi. “Il Comitato – spiega solo la coordinatrice Ivona Hodalova in una nota stampa – nasce per dare voce ai tanti cittadini stranieri che da anni risiedono nella nostra comunità e si pone l’obiettivo di ascoltare le richieste e le esigenze di chi ha difficoltà connaturate al fatto di non essere nato nel nostro territorio”.

Dunque l’obiettivo è favorire politiche di integrazioni e contrastare “ogni forma di razzismo, odio, pregiudizio e indifferenza”, come recita la Costituzione italiana e in modo particolare gli articoli 3 e 10.

Il comitato ‘Stranieri residenti a Montenero’ ha deciso di far proprio il comma 2 dell’articolo 3 che recita: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Bocciata l’attuale amministrazione comunale: a loro dire, sono assenti politiche e misure per gli stranieri. “A Montenero mancano strategie di integrazione tese a fornire servizi e opportunità a coloro che intendono trasferirsi ed abitare la nostra comunità”.

logo comitato stranieri montenero

Anche questa carenza li ha persuasi a scendere in campo in vista delle prossime elezioni. La virata è verso il campo civico progressista: “Rispondiamo all’appello lanciato da ‘Montenero Bene Comune’ e ‘Costruiamo il Futuro'”, ossia la formazione che vede fra i principali fautori il consigliere comunale di opposizione Nicola Palombo, già candidato con Leu alla Camera e che nei giorni scorsi ha lanciato un appello al Pd, e Gianluca Monturano, in lista con il M5S alle scorse Regionali.

Il comitato degli stranieri dunque ha deciso di aderire al ‘Manifesto della Montenero che Rinasce’ condividendone valori e obiettivi.