Dal panino Covid-19 alla pizza Wuhan: l’antidoto alla paura si mangia insieme

Più informazioni su

Una risposta pratica e altamente digeribile alla paura che imperversa ovunque per l’emergenza Coronavirus, Molise incluso, arriva da una pizzeria paninoteca di Guglionesi, i cui gestori hanno “sfornato” una idea che favorisce l’aggregazione e promuove il piacere della tavola e dello stare insieme, rispondendo così al rischio di svuotare i locali e desertificare i ristoranti, che costituiscono uno dei cuori economici pulsanti d’Italia.

Al Camelot stasera, venerdì, un menù dedicato ad arginare psicosi e timori con il panino Covid 19, la piazza Covid 19 e la piazza Whuan. Impasti alternativi con curcuma, farina al carbone vegetale, condimenti nostrani di ventricina, caciocavalli, provole e varianti di friarielli, zucchine e chips di parmigiano, anche per dimostrare totale solidarietà alle regioni che stanno vivendo giorni difficili.

E naturalmente un antivirus dagli effetti impareggiabili come la birra di alta qualità.

Ma l’idea punta soprattutto a rilanciare il gusto e neutralizzare la paura, con quel pizzico di ironia che, presa a piccoli dosi, fa sempre bene allo spirito. E in questo caso anche al palato. Purchè si lascino fuori dal locale mascherine e amuchina, come raccomanda lo staff. I gel disinfettanti per lavarsi le mani, invece, sono compresi nel prezzo.

Più informazioni su