Coronavirus: si spacciano per Croce rossa proponendo il tampone, ma sono ladri-sciacalli

Nel mare magnum della paura per il Nuovo Coronavirus, non potevano mancare gli sciacalli. A mettere in guardia le persone – in specie anziani – dai ladri che in queste ore stanno approfittando di una situazione di particolare vulnerabilità, è la Protezione Civile del Molise.

“L’associazione Carabinieri rende noto che alcuni anziani stanno ricevendo strane telefonate di interlocutori che, spacciandosi per la Croce rossa italiana, annunciano visite a domicilio per il tampone coronavirus”. Peccato che si tratti di una truffa, architettata da ladri-sciacalli che fanno leva sulla paura di persone che temono la contrazione del virus, stante la fragilità dovuta al fattore età.

Ed è anche la Croce Rossa del Molise a voler precisare come stanno le cose, invitando contestualmente la popolazione a non farsi prendere dal panico. “In merito alla notizia, diffusa da alcuni mezzi di informazione regionali, di soggetti che spacciandosi per Volontari della Croce Rossa Italiana avrebbero annunciato telefonicamente visite a domicilio per sottoporre la popolazione anziana al tampone per l’individuazione del Covid-19, il Comitato Regionale Molise della CRI informa la popolazione che né il protocollo nazionale né quello regionale prevedono, tra le misure adottate, tale provvedimento. Pertanto si mettono in guardia i cittadini a diffidare da tali soggetti, mossi probabilmente da altri più subdoli intenti. Ricordo a tutti che per quanto riguarda questa fase emergenziale il Comitato Regionale Molise della Croce Rossa Italiana risponde solo alle chiamate delle istituzioni”.

Queste le dichiarazione di Giuseppe Alabastro, Presidente CRI Molise, che ha voluto lanciare un messaggio ai molisani: “Non facciamoci prendere dagli allarmismi e isterismi. Siamo costantemente in contatto con la Protezione Civile Regionale e con la struttura nazionale della Croce Rossa, attenendoci ai protocolli indicatici. Vorrei ricordare alla popolazione che per contrastare il contagio è di fondamentale importanza la prevenzione. Motivo per cui invito tutti a seguire le norme e i consigli igienico-sanitari pubblicati sui siti istituzionali, tra cui anche quello della Croce Rossa”.