Coronavirus, situazione sotto controllo: diversi test ma finora nessun contagio. In quarantena 190 poliziotti da Piacenza

Dalle 19 è attivo il numero della Regione Molise a cui ci si può rivolgere chi ha bisogno di informazioni o sospetta casi di infezione: 0874/313000 - 0874/409000. "In Molise non ci sono emergenze, queste sono misure precauzionali", le parole del prefetto Federico e del governatore Toma dopo la riunione in prefettura. Venti persone sono in quarantena, mentre saranno sottoposti a controlli medici all'interno della Scuola agenti 'Rivera' di Campobasso gli agenti provenienti da Piacenza.

Anche se ci sono diversi casi controllati, pazienti in attesa di conoscere l’esito del test su infezione da coronavirus al Cardarelli (due sono arrivati questo pomeriggio), in Molise non ci sono casi di contagio da Covid-19. E’ la prima buona notizia che trapela dal vertice che si è svolto oggi pomeriggio – 24 febbraio – in Prefettura a Campobasso alla vigilia del summit convocato per domani dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte col capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, i ministri e i governatori di tutte le Regioni italiane. Una riunione necessaria per coordinare le misure da prendere sul territorio non solo nelle regioni alle prese con i contagi da coronavirus.

Toma e prefetto Federico coronavirus
Coronavirus tavolo Prefettura

Nella nostra regione la situazione è sotto controllo e “il tavolo di oggi è servito ad individuare a livello operativo un’organizzazione comune nel caso in cui anche la nostra regione possa essere colpita da questa epidemia”, ha detto il prefetto Maria Guia Federico.

Dalle ore 19 sono attivi i numeri attivati dalla Regione Molise a cui si può rivolgere chi ha bisogno di informazioni o sospetta casi di infezione: 0874/313000 – 0874/409000, a cui risponde personale medico. Sono operativi dalle 8 alle 24 e sono dedicati alle segnalazioni e/o alle richieste di informazioni degli utenti di rientro in Molise, che abbiano soggiornato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni.

Inoltre per ricevere informazioni i cittadini possono rivolgersi anche al numero verde 1500, attivo 24 ore su 24, istituito dal Ministero della Salute.

Le scuole dunque resteranno aperte su tutto il territorio, anche se ci sono 20 persone in quarantena. “Si tratta di 20 persone che hanno avuto contatti con le zone a rischio, ma stanno tutti bene. Al momento in Molise non c’è alcun caso, nemmeno sospetto, perchè i tamponi hanno dato tutti esiti negativi”, le parole del sindaco di Campobasso Roberto Gravina, che ha riferito in Consiglio comunale dopo l’incontro in Prefettura. “Invitiamo comunque le persone ad evitare gli assembramenti in occasione delle feste di Carnevale”.

Nel capoluogo molisano stanno per arrivare anche i 190 poliziotti sospettati di aver contratto l’infezione. Partono da Piacenza e nella scuola allievi ‘Giulio Rivera’ di via Tiberio saranno sottoposti agli accertamenti sanitari da parte del personale medico della Questura. Poi “in raccordo con l’Asrem territoriale si deciderà se adottare misure ulteriori”, ha aggiunto il prefetto Federico.”In questo momento c’è prevenzione, non c’è alcuna emergenza“, le dichiarazioni del governatore Donato Toma che domani parteciperà all’incontro convocato nella sede della Protezione civile nazionale. “In Molise non ci sono casi di contagio”.