Campobasso ricorda Renato Lalli: “Storico di assoluto valore”

A dieci anni dalla scomparsa, il convegno per ricordare lo storico nella sede del Circolo sannitico di Campobasso. Presente il sindaco Gravina che ha ricordato l'intellettuale

Più informazioni su

Con un convegno svolto presso la sala del Circolo Sannitico di Campobasso e organizzato da Francesca Carnevale (Fondazione Molise Cultura), è stato ricordato oggi (23 febbraio), a dieci anni dalla sua morte, lo storico Renato Lalli.

Per porgere, a inizio lavori, il proprio saluto e quello dell’Amministrazione comunale, era presente anche il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, che ha voluto così tratteggiare la figura di Lalli.

“Renato Lalli è stato uno storico di valore assoluto, un ricercatore scrupoloso e allo stesso tempo poliedrico nella sua capacità di approfondimento minuzioso dello studio di fatti e personaggi della nostra storia. Abituato a un lavoro di ricerca quotidiano ha lasciato non solo numerose pubblicazioni edite ma un altrettanto cospicuo fondo documentario, utile a livello sia didattico che scientifico per ogni ricercatore.

Nel suo lavoro editoriale e di ricerca, – ha continuato Gravina – Lalli ha sempre avuto la grande capacità di instaurare un dialogo privo di personalismi con la realtà sociale nella quale si è trovato ad operare, riuscendo, allo stesso tempo, a mostrarsi pronto a raccogliere ogni sollecitazione del mondo intellettuale, un mondo con il quale sapeva confrontarsi partendo sempre dal presupposto della competenza.

A dieci anni dalla sua scomparsa è proprio il suo rigore di uomo dedito allo studio, capace di fare opera di divulgazione storica e culturale verso tutti e a tutti i livelli, ciò che ci spinge a tenere sempre ben presente che quella scrupolosità con la quale Renato Lalli sentiva di dover interpretare il suo ruolo era figlia dell’importanza che egli avvertiva per i valori dello studio e della preparazione, valori che siamo chiamati a consolidare e trasmettere”.

Più informazioni su