Auto di lusso rubate in Molise e scoperte in un deposito di Cerignola: due arresti

Erano stoccate in uno stabile abbandonato a Borgo Mezzanone: i carabinieri hanno scoperto e ammanettato un 31enne di Foggia e un 38enne di Cerignola appena arrivati sul posto con una Jaguar rubata in via Pascoli a Campobasso

Colpivano a macchia d’olio un po’ in tutt’Italia. E lo avevano fatto anche in Molise. Nel mirino: le auto di lusso. L’ultima macchina, prima dell’arresto, l’hanno rubata a Campobasso, in via Pascoli: una Jaguar F-Pace. Ed è a bordo della Jaguar che stava viaggiando uno dei due pugliesi poi arrestati dai carabinieri di Cerignola.

auto rubate in molise

Dunque la cittadina pugliese, a pochi chilometri dal confine con il Molise, si conferma una centrale dei furti e della ricettazione di autovetture.

L’operazione dell’Arma è nata durante un normale servizio di controllo del territorio. Quando una pattuglia, giunta il località Borgo Mezzanone, ha individuato in località Borgo Meccanone uno stabile semi abbandonato. Dentro, due Range Rover Sport, risultate rubate pochi giorni prima a Brescia e a Desenzano del Garda.

I carabinieri immaginato che quelle macchine fossero state parcheggiate lì in attesa di essere poi spostate altrove, hanno organizzato un appostamento. E gli autori dei furti non hanno tardato ad arrivare. La coppia di pregiudicati ignara della presenza dei militari sono arrivati a bordo della Jaguar che avevano rubato a Campobasso, in via Pascoli e un Fiat Panda.

L’uomo che conduceva la Jaguar è entrato nel capannone per nascondere l’auto, mentre il suo complice, a bordo di una Fiat Panda, è rimasto davanti al cancello a controllare che non ci fossero curiosi in giro. Trascorso qualche minuto, il tipo alla guida della Jaguar – dopo aver posteggiato il bolide nel capannone – è uscito ed ha raggiunto il complice a bordo della Panda.

Quindi l’inseguimento dei carabinieri che gli hanno sbarrato la strada. Questi, alla vista dei militari, hanno aperto gli sportelli nel tentativo di fuggire ma sono stati bloccati ed identificati. E sono un 38enne di Cerignola ed un 31enne di Foggia, entrambi già noti alle forze dell’ordine. 

Le tre auto sono quindi state recuperate e restituite ai legittimi proprietari, mentre i due fermati sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica. Il gip del Tribunale di Foggia, dopo la convalida del fermo, ha disposto nei confronti dei due fermati l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.