Armati di fucile assaltano auto portavalori: colpo a vuoto, banditi in fuga

I vigilantes sono riusciti a far fuggire i tre malviventi che prima di scappare hanno incendiato la loro vettura finita poi in un dirupo. Indagano i carabinieri

Assalto a un’auto portavalori dell’Istituto di vigilanza Ivri nel primo pomeriggio di oggi, sabato 15 febbraio, attorno alle 14. La vettura è stata fermata in territorio di Salcito, sulla strada che porta dal paese alla Trignina, da una macchina con tre persone a bordo che hanno tentato una rapina.

Dall’auto sono scese due persone, una delle quali armata di fucile. Ma non sono estati esplosi colpi, e da come pare siano andate le cose, secondo una prima ed ipotetica ricostruzione, i dipendenti dell’Ivri sono riusciti a mettere in fuga i malviventi e ad allertare i carabinieri.

I banditi sono fuggiti dopo il colpo andato a vuoto e hanno abbandonato la macchina poco dopo il luogo dove hanno tentato la rapina. Prima di scappare hanno incendiato la loro vettura e i militari stanno cercando di capire se sono fuggiti a piedi o se ad aspettarli c’era una seconda auto.

Sta di fatto che sul posto si sono recati i Carabinieri della stazione di Trivento che stanno procedendo a verificare l’accaduto e a ricostruire come sono andati i fatti.

incendio auto salcito trivento vigili del fuoco

La macchina portavalori potrebbe essere stata pedinata per lungo tempo, fino ad arrivare in una zona più isolata e mettere in atto il tentativo di rapina. Le indagini sono in corso, mentre è stato organizzato il dispositivo antirapine in provincia di Campobasso e Isernia, essendo l’area dove è avvenuto il fatto quasi al confine con le due province.

Sul posto sono interventi anche i vigili del fuoco per spegnere le fiamme che hanno divorato la vettura utilizzata dai malviventi e successivamente finita in un dirupo. Dunque in fumo è andata anche una parte della vegetazione circostante.

Sulla strada che collega la statale 650 Trignina alla provinciale 15, nelle vicinanze del bivio tra Trivento e Salcito, sono arrivate due squadre: una inviata dal Comando provinciale di Campobasso, altra da quello di Isernia.

I pompieri sono riusciti ad evitare il peggio e che le fiamme si propagassero al resto della vegetazione circostante.