Ancora vandali, sfregiato il campetto della scuola media: “Cada muro di omertà”. Pronte 24 telecamere

Dopo le vetrate rotte alla Scuola di Musica a inizio anno, nei giorni scorsi qualcuno ha frantumato un pezzetto del campetto da basket e calcio a 5 fuori dal plesso di Piazza Indipendenza. “È deprimente ma non ci arrendiamo” commenta l’assessore Pino Aristotile

Ancora vandali a Guglionesi. Stavolta è stata colpita la scuola di Piazza Indipendenza, cioè il plesso che ospita gli alunni della scuola Secondaria di Primo grado. Qualcuno si è introdotto nel campetto da basket e calcetto all’aperto e ha rotto una parte del manto di cemento, per poi bruciacchiarlo. Evidenti i segni di bruciatura e i danni alla struttura.

Purtroppo non è una novità nel paese bassomolisano, dove il vandalismo sta assumendo i contorni di piaga sociale. Solo all’inizio dell’anno era stata presa di mira la scuola di musica, cui erano state spaccate le vetrate del locale. Un gesto vile e sconsiderato, esattamente come quest’ultimo alla scuola media.

Vandali scuola musica Guglionesi

“Occorre che la comunità – dichiara il Sindaco di Guglionesi Mario Bellotti – ci dia una mano per contrastare e fermare questa deriva di violenza al patrimonio pubblico. Saranno perseguite le opportune azioni per individuare e per identificare i responsabili”.

L’assessore Pino Aristotile, che detiene le deleghe agli impianti sportivi, nonché alla sicurezza, è amareggiato ma non intende darla per vinta ai vandali, puntando sul fatto che il senso di comunità prevalga. “La collettività deve aiutarci per abbattere questo muro di omertà e per tutelare il patrimonio pubblico. Voglio dire, queste sono spese che ricadono sui cittadini, che le pagano con le loro tasse. Dovremmo tutti sentirci coinvolti e far prevalere il principio di legalità”.

Campetto guglionesi vandali

Il suo suona quasi come un appello per “fermare questa violenza gratuita che si fa verso il prossimo e la collettività. Bisogna rendersi conto che quelle sono strutture che servono ai ragazzi per svolgere delle attività. Dobbiamo essere tutti attenti a contrastare questi atteggiamenti vandali che nulla hanno a che fare col senso civico”.

Campetto guglionesi vandali

Aristotile fa notare che “ancora una volta è stato colpito un luogo di cultura, perché parliamo di una scuola. Poche settimane fa la Scuola di Musica. Sono luoghi con un alto valore simbolico e noi come Amministrazione abbiamo molto investito in cultura, con eventi che hanno visto la partecipazione di personaggi come Sgarbi o Rampini. Con le nostre indennità per la prima volta abbiamo istituito delle borse di studio a favore degli studenti più meritevoli. Attenzione, non in base all’Isee, ma per il merito. Guardiamo con attenzione a questo profilo, però poi ci accorgiamo che si sono ragazzi che deviano il loro sapere attraverso questi comportamenti. È deprimente ma non ci arrendiamo, convinti che vinceremo in senso morale”.

L’assessore assicura che verranno fatte “una serie di indagini. Incontreremo i carabinieri per intraprendere un discorso preventivo”. Ma c’è anche la repressione, che non si può tralasciare.

telecamere-e-varie-161225

In paese sono state installate 24 telecamere attraverso il Patto per la Sicurezza voluto anni fa dalla Regione Molise. “Coprono l’intero territorio comunale, le principali vie e gli edifici pubblici. Noi ci abbiamo investito 20mila euro come Comune, ora mancano solo gli ultimi dettagli – dichiara Aristotile -. È già stata attivata la sala blindata dove ci sono i monitor all’interno del Municipio e sono state effettuate le prime prove. Le telecamere funzionano e presto saranno attivate”.

Per i vandali, a quel punto, dovrebbe essere più difficile deturpare ciò che è di tutti. Nella speranza che prima o poi capiscano quanto c’è di sbagliato in ciò che fanno.