Agevolazioni per le piccole e medie imprese, 15 milioni dalla Regione

Quindici milioni di euro: questa la dotazione finanziaria prevista per le “Agevolazioni per lo sviluppo delle imprese”. La bozza dell’avviso pubblico è stata illustrata ieri pomeriggio – 21 febbraio – a palazzo Vitale. Da una parte, il presidente della Regione e l’assessore alle attività produttive con i responsabili della Struttura regionale, dall’altra, il Tavolo permanente “Area di crisi complessa”, il partenariato economico-sociale e gli ordini professionali.

Un incontro proficuo, che è servito ad approfondire la proposta predisposta dalla Regione e a recepire le osservazioni degli stakeholder.

I fondi, riferiscono dalla Regione Molise, sono ripartiti in questo modo: 2,8 milioni per contributo in conto capitale e 5,5 milioni per il finanziamento agevolato per le imprese che rientrano nell’Area di crisi complessa. Invece per le altre aziende è previsto un finanziamento di 2,5 milioni per contributo in conto capitale e 4,9 milioni per il finanziamento agevolato.

Beneficiari dell’avviso sono: le piccole e medie imprese (PMI) definite secondo la classificazione di cui al Decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005; i liberi professionisti, che, ai sensi dell’art. 1 comma 821 della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016), sono equiparati alle Piccole e Medie Imprese ai fini dell’accesso alle agevolazioni; aspiranti imprenditori che intendono costituire nuove imprese, purché l’impresa sia formalmente costituita, iscritta al Registro delle Imprese, e facciano pervenire la relativa comunicazione entro e non oltre 60 giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni; le aggregazioni stabili tra imprese, anche in forma di rete, costituite da almeno tre imprese nelle forme consentite dalla legge.

I beneficiari, alla data di presentazione della domanda, devono avere almeno un’unità operativa nella regione Molise o impegnarsi ad aprirla entro 60 giorni dalla concessione delle agevolazioni.