32enne arrestato al casello di Vasto Sud: aveva 2 kg di cocaina, potevano valere 9mila dosi

L'uomo di nazionalità albanese è stato seguito da Chieti fino al confine col Molise. La droga era nascosta in un vano apribile con un sofisticato meccanismo elettronico

Trasportava due panetti di cocaina dal peso complessivo di 2 kg e li teneva nascosti nel doppiofondo apribile solo con un sofisticato meccanismo elettronico.

Ma il 32enne di nazionalità albanese Tauland Mani, finora incensurato, è stato fermato e scoperto dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Chieti mentre transitava all’altezza del casello autostradale di Vasto Sud, al confine tra Abruzzo e Molise nel pomeriggio di mercoledì scorso 12 febbraio.

L’uomo è stato fermato al termine di un servizio di osservazione che i carabinieri avevano iniziato nel pomeriggio di quello stesso mercoledì a Chieti Scalo. I militari sono stati insospettiti dalla condotta di guida del 32enne che alternava frequenti accelerazioni a rallentamenti, probabilmente nel tentativo risultato poi vano, di evitare pedinamenti. Infatti i carabinieri l’hanno seguito e hanno deciso di fermarlo proprio al casello dell’uscita San Salvo-Montenero di Bisaccia sulla A14.

Lo hanno prima sottoposto una perquisizione personale quindi sono passati all’auto, una Volkswagen Tiguan. Dopo varie ricerche sono riusciti a scoprire il vano ricavato nel bagagliaio accessibile grazie a un meccanismo di apertura con serratura elettronica attivabile con radiocomando e combinazione tramite inserimento di retromarcia e accensione del tergilunotto.

Lì dentro c’erano i due panetti di coca con sopra il logo 457. La droga è stata chiaramente sequestrata ed è stata analizzata dal Laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale di Chieti. Le analisi hanno fatto emergere che si trattava di una cocaina di ottima qualità con un grado di purezza vicino al 70% e secondo le stime dei Carabinieri avrebbe potuto portare alla realizzazione di circa 9mila dosi medie di polvere bianca.

Chiaramente per il giovane albanese è scattato immediato l’arresto disposto dal Pm di turno Michele Pecoraro della Procura di Vasto. Il 32enne è stato quindi trasferito nel carcere di Chieti mentre l’auto è stata sequestrata per la successiva confisca.

Più informazioni su