Un anno senza David: serata Milonga in suo onore e settimana dedicata alla ricerca

È passato un anno esatto dalla scomparsa di David Tirolese e la Miramed Travel ha deciso di ricordare questo triste anniversario in un modo particolare.

“Sarà un modo per tenere viva la memoria di tutti, non solo la nostra. Perché nei nostri cuori lui c’è e ci sarà sempre. E poi, se si smette di parlare di una persona che non c’è più, è come se morisse due volte”, ci spiega Nadia Cimini, l’amica e collega con cui David ha intrapreso 15 anni fa l’avventura lavorativa dell’agenzia viaggi in via Sannitica a Termoli.

Così, per il 24 gennaio è stata organizzata una serata danzante, una milonga dedicata al caro David. Il tango era difatti una delle passioni del termolese che ha lasciato i suoi cari troppo presto, e la cui morte ha sconvolto una città intera.

tango per david

Molti ricorderanno che David aveva fondato, insieme all’amica Marianna, l’associazione SolTango. Finchè c’è tango c’è vita, ha scritto qualcuno, e il ballo passionale per eccellenza è stato uno degli amori cui David dovette rinunciare a causa della malattia. Nadia ci racconta che “appena David scoprì il suo male, in modo scherzoso chiese una milonga in suo onore qualora non ce l’avesse fatta”. E il suo desiderio sarà esaudito. A qualcuno potrà sembrare strano, ma non ai tanti che hanno avuto la fortuna di conoscere David, la sua instancabile allegria e la sua vitalità. “Anzi, ne sarebbe stato felicissimo”.

La speciale serata si terrà a Villa Livia venerdì 24 a partire dalle 21.30. Alla musica penserà TJ Daniska e l’ingresso sarà di 10 euro. Il ricavato della serata sarà poi devoluto per finanziare la ricerca sul cancro. È già partito il passaparola tra amici e clienti dell’agenzia, e si prevede la presenza di oltre 100 persone. C’è anche chi, pur non potendo essere della serata, ha scelto di contribuire lasciando in agenzia la quota di partecipazione. Così Nadia: “È un gesto che ci ha commosso, non ce lo aspettavamo”. Ma è un gesto che restituisce l’idea dell’affetto e della stima che tanti nutrivano per David.

D’altronde è forte il richiamo alla solidarietà quando si parla di cancro, quel male che troppo spesso spezza i sogni di uomini e donne, anche giovani, e con cui molti si trovano a dover fare i conti. Ed è per questo che, oltre ai proventi della serata danzante per David, l’agenzia viaggi ha deciso di dedicare un’intera settimana alla ricerca. Dal 20 al 27 gennaio – “è stata l’ultima settimana che David è stato con noi” – la Miramed devolverà una percentuale dei profitti a “Il nastro viola”, associazione che si occupa di supportare la ricerca sul tumore al pancreas, proprio quello che si è portato via David.

settimana ricerca per david

Per l’occasione la vetrina della Miramed ospiterà una speciale locandina con la scritta: “Dai Vita ai tuoi Desideri”. Quei desideri che David ha inseguito sempre nel corso della sua breve esistenza e che i suoi amici e le sue colleghe (Nadia, Arianna e Vicky) stanno portando avanti con entusiasmo, perché così David avrebbe voluto.

L’agenzia, una sorta di fabbrica dei sogni in cui David ha creduto con forza e tenacia, era un po’ una seconda casa per i quattro colleghi. “Abbiamo sempre avuto un bellissimo rapporto, siamo una famiglia”.

La sua presenza si avverte anche ora e c’è un angolo nel piccolo ufficio dove è ancora più forte. Le foto di lui con Nadia e con tutta la squadra al completo sono lì, ferme su uno scaffale come lo sono i dadi che compongono la data del suo addio, quel 23 gennaio che nessuno, alla Miramed e non solo, dimenticherà.