Udienza dal Papa, il sindaco Bellotti: “Ci ha esortato a stare vicino alla nostra gente”

C’era anche una rappresentanza del Comune di Guglionesi nella ‘storica’ giornata di mercoledì 22 gennaio a Roma, con Papa Bergoglio. Presente il Sindaco di Guglionesi, Mario Bellotti, che ha partecipato, con una delegazione di amministratori comunali del Basso Molise, al pellegrinaggio diocesano a Roma e all’udienza di Papa Francesco.

Al termine dell’udienza generale tenuta da Papa Francesco presso l’Aula Paolo VI – nota anche come Aula delle udienze Pontificie o Aula Nervi – la delegazione degli amministratori ha incontrato il Pontefice, il quale, oltre ad impartire la santa benedizione, ha voluto ringraziare personalmente i Sindaci per l’impegno nel loro servizio al bene comune.

“Molto bello – ha osservato il Vescovo De Luca – il calore mostrato nei confronti degli amministratori e del loro servizio nello stare vicino alla gente come impegno e responsabilità nella costruzione del bene comune”.

“Una giornata intensa – le parole del Sindaco di Guglionesi, Mario Bellotti, a conclusione dell’esperienza di pellegrinaggio – e molto, molto emozionante! Il Santo Padre ci ha raccomandati di fare molta attenzione alle nostre comunità e di ascoltare il popolo. Un pellegrinaggio diocesano intenso, unico ed irripetibile anche per la storica, temporanea traslazione delle reliquie di San Timoteo in un’occasione così solenne, come l’invito sensibile al nostro territorio espresso da Papa Francesco.

Desidero ringraziare monsignor Gianfranco De Luca – ha proseguito Bellotti – che, anche come amministratori comunali, ci ha coinvolti nel suo messaggio per l’anno pastorale 2020 (“Con lo sguardo e il cuore di Gesù, dentro la storia del Basso Molise”) in varie circostanze; un particolare ringraziamento a tutti i guglionesani che hanno raggiunto Roma per condividere l’udienza del Santo Padre”.

scuola guglionesi dal papa

Il pellegrinaggio a Roma, sotto la guida pastorale del vescovo della Diocesi di Termoli-Larino Gianfranco De Luca, ha visto la presenza di oltre mille e duecento pellegrini molisani per l’evento della temporanea traslazione, su invito espresso dal Santo Padre, del Corpo di San Timoteo da Termoli alle Basiliche papali di San Paolo fuori le mura in Roma e San Pietro in Vaticano, in occasione della prima Domenica della Parola celebrata dalla Chiesa cattolica.

Nella basilica papale di San Paolo il Pontefice arriverà sabato 25 gennaio per il Vespro ecumenico nella giornata in cui ricorre la Conversione di San Paolo mentre domenica 26 gennaio le reliquie di San Timoteo saranno trasferite nella Basilica di San Pietro per la solenne messa celebrata dal Santo Padre e trasmessa in mondovisione in occasione della prima domenica della Parola di Dio, che nel calendario liturgico del 2020 coincide anche con la solennità dei Santi Timoteo e Tito.