Udienza dal Papa, 1200 fedeli dal Basso Molise. Il vescovo: “Momento storico”

Quasi mille e duecento fedeli (che si recheranno nella capitale con 22 pullman organizzati e con mezzi autonomi) saranno a Roma mercoledì 22 gennaio per l'Udienza generale col Santo Padre che ha voluto il Corpo di San Timoteo nelle Basiliche di San Paolo fuori le Mura e San Pietro in occasione della prima Domenica della Parola di Dio. Monsignor De Luca: “Evento storico per la nostra Chiesa”

La Diocesi di Termoli-Larino si prepara con gioia e gratitudine a Papa Francesco a vivere il pellegrinaggio sulla Tomba di Pietro in programma a Roma mercoledì 22 gennaio nell’ambito dell’evento straordinario del Pellegrinaggio del Corpo di San Timoteo dalla Cattedrale di Termoli alle Basiliche di San Paolo e San Pietro e della prima Domenica della Parola di Dio (26 gennaio 2020) istituita dal Santo Padre e che quest’anno coincide proprio con la solennità dei Santi Timoteo e Tito.

Sono quasi mille e duecento i pellegrini, che con ventidue pullman organizzati dalle parrocchie e dalle aggregazioni laicali e con diverse  auto partiranno alla volta della capitale per partecipare alla giornata comunitaria. Insieme ai parroci saranno presenti delegazioni dei sindaci e degli amministratori del Basso Molise, le scuole e altre realtà associative.

Dopo il ritrovo in Vaticano, il programma del pellegrinaggio diocesano del 22 gennaio prevede la partecipazione all’Udienza generale con Papa Francesco in Aula Paolo VI (ore 9.30). A seguire, i pellegrini della Diocesi si sposteranno nella Basilica di San Pietro per la Professione di Fede e la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Gianfranco De Luca e concelebrata con i sacerdoti delle parrocchie. La funzione sarà animata dal coro diocesano diretto dal maestro Paolo Tarantino.

Nel pomeriggio ci sarà la visita della Basilica di San Paolo fuori le Mura dove il Corpo di San Timoteo si trova esposto sull’altare della Conversione, in occasione dell’Ottavario di Preghiera per l’unità dei cristiani, fino a sabato 25 gennaio quando il Santo Padre Francesco celebrerà i solenni Vespri ecumenici. Mentre domenica 26 gennaio le reliquie di San Timoteo saranno trasferite nella Basilica di San Pietro per la Santa Messa celebrata dal Papa in occasione della Prima Domenica della Parola di Dio.

In occasione del Pellegrinaggio diocesano, per il quale sono in corso gli ultimi preparativi, è stata realizzata una sacca del pellegrino che contiene il libretto, un foulard e una medaglia in ricordo dell’evento.

Queste le parole di monsignor Gianfranco De Luca: “In fervida attesa e nella preghiera condivisa ci prepariamo a vivere, come Chiesa locale, una giornata storica per il nostro territorio. Il pellegrinaggio sulla Tomba di Pietro sarà un’occasione speciale per dire grazie al Santo Padre per avere accolto e voluto il Corpo di San Timoteo a Roma in un momento così importante per la Chiesa universale quale la celebrazione della prima Domenica della Parola di Dio.

Essere presenti nel cuore della cristianità valorizzando la bellezza delle varie espressioni del nostro territorio rappresenta un’opportunità per condividere un percorso di fraternità che rafforza e interpella la nostra esistenza cristiana con un invito a rientrare in un ascolto profondo e obbediente della Parola di Dio come guida e presenza viva della nostra quotidianità.

Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno collaborato e aderito per organizzare questo pellegrinaggio e sono pronti a partire per rappresentare a Papa Francesco gratitudine e grande affetto nella piena adesione al suo magistero come punto di riferimento per un cammino sicuro nella Chiesa”.