Toh, chi si rivede: il Campobasso si allena al Vecchio Romagnoli

I Lupi hanno lavorato questa mattina, 22 gennaio, sul mitico terreno di gioco dove oltre trent'anni fa venivano sconfitte Fiorentina e Lazio. Mister Cudini ha voluto testare un campo non sintetico in vista della sfida alla Vastese di domenica prossima.

“Ma quello è il Campobasso?”. Tra la sorpresa e lo stupore, qualche tifoso che di solito parcheggia all’ex Romagnoli o passeggia da quelle parti ha assistito per qualche minuto all’allenamento dei rossoblù che questa mattina, 22 gennaio, hanno lavorato con lo staff tecnico sul glorioso terreno di gioco di via Albino.

 

Le condizioni del campo sono deteriorate, chiaramente, anche perché da qualche tempo lì non si ospitano più partite di pallone ma di rugby, con gli Hammers Campobasso protagonisti. È stato ugualmente affascinante, però, rivedere i Lupi laddove sono state scritte le pagine più belle ed emozionanti del calcio cittadino. Dalla mitica carbonella alle vittorie contro la Fiorentina vicecampione d’Italia, contro la Lazio, alle imprese di Scorrano e compagni al cospetto di ‘giganti’ che spesso nel catino di casa nostra si trasformavano in ‘nani’.

 

Ma come mai questa scelta? A mister Cudini serviva un campo non in erba sintetica dove dar vita a una seduta tecnico-tattica di un certo tipo in vista della sfida di domenica prossima alla Vastese. In effetti, l’Aragona ricorda l’ex Romagnoli per condizioni di terreno. E allora, spazio per qualche ora ad amarcord e piacevoli sensazioni.     FdS

Foto SS Campobasso Calcio