Sversa i liquami della sua azienda nel bosco, allevatore colto sul fatto e denunciato

Il 52enne imprenditore di Ripabottoni aveva l'abitudine di disfarsi così dei rifiuti evitando di pagare i costi per lo smaltimento

Un’autobotte carica di liquami scaricata in un bosco a valle di un torrente. Mentre lo faceva, il 52enne di Ripabottoni titolare di un’azienda agricola è stato scoperto dalla Polizia del commissariato di Termoli e ora dovrà rispondere di una sfilza di reati ambientali e amministrativi: trasporto e smaltimento di rifiuti speciali, getto pericoloso di liquidi maleodoranti, distruzione e deturpamento di bellezze naturali.

autobotte liquami ripabottoni

Classe 1967, D.L.G., titolare di un’azienda agricola e zootecnica, è stato beccato in flagranza di reato dai poliziotti mentre sversava in un bosco in Contrada Torre Zeppa di Ripabottoni una notevole quantità di liquami provenienti dalla propria azienda, che aveva trasportato con l’autobotte di sua proprietà. L’autobotte è stata poi sequestrata dagli stessi uomini del Commissariato, che hanno accertato come il suo comportamento stava provocando l’inquinamento a valle del Torrente Scorcia Crapa del Prato.

autobotte liquami ripabottoni

Da quanto accertato dagli agenti del commissariato di Termoli infatti l’uomo non è nuovo a episodi del genere, ma avesse l’abitudine di smaltire i rifiuti della sua azienda. Un comportamento che gli permetteva di evitare le procedure e i relativi costi previsti dalla normativa vigente in materia di smaltimento di rifiuti.

autobotte liquami ripabottoni

La Polizia ha inoltre contattato l’Arpa Molise per gli ulteriori accertamenti del caso e per il pagamento degli oneri di bonifica delle aree deturpate che saranno a carico del 52enne di Ripabottoni.