Strade e marciapiedi invase da cicche di sigaretta: Striscia la notizia a Campobasso

L'amministrazione guidata da Roberto Gravina ha aderito alla campagna della nota trasmissione satirica su Canale 5. L'inviata a palazzo S. Giorgio per incontrare il primo cittadino

In città i mozziconi si vedono sono sparsi ovunque: strade, piazze, marciapiedi. Nonostante la presenza di appositi spegni cicca, a Campobasso c’è un vizio difficile da sradicare: gettare per terra quello che resta della sigaretta.

Le telecamere di Striscia la notizia hanno ‘beccato’ gli incivili proprio mentre si liberavano della cicca tra le strade del centro, davanti al Tribunale di viale Elena o al Terminal degli autobus di via Vico.

Poi l’inviata del programma satirico di Canale 5, Erica senza K, ha incontrato venerdì sera a palazzo San Giorgio il sindaco Roberto Gravina che ha aderito alla campagna ‘no mozziconi a terra’, come fatto già da numerosi amministratori in tutta Italia. Tra loro anche il primo cittadino di Termoli Francesco Roberti che ha firmato l’impegno con Riccardo Trombetta lo scorso dicembre, con il ‘blitz’ nel Comune della città adriatica.

“E’ un impegno che accogliamo volentieri perchè dobbiamo far comprendere quanto sia importante il rispetto della cosa pubblica”, le parole espresse da Gravina ai microfoni del Tg satirico che fra tre mesi tornerà ne capoluogo per certificare se ci sono stati miglioramenti.

La campagna nazionale “No mozziconi a terra” è stata lanciata contro il diffuso malcostume di gettare per strada uno dei rifiuti più inquinanti al mondo.

“La normativa che lo vieta è già in vigore dal 2016 (legge 28 dicembre 2015, n. 221, art. 40) e prevede una multa dai 60 ai 300 euro per i trasgressori, ma quasi nessun comune la fa rispettare”, riferiscono da Striscia la notizia. “Proprio per questo tutti gli inviati del Tg satirico di Antonio Ricci chiederanno ai sindaci d’Italia di firmare un accordo che li impegni ufficialmente ad applicare la normativa e a comunicarne i risultati ai cittadini”.