Schianto alle Cupolette, gli organi di Luigi saranno donati. Indagini per omicidio stradale

Non ci sarà l'autopsia sul corpo di Luigi Radassao, deceduto questa mattina all'ospedale di Ancona dove era stato ricoverato Dopo l'espianto degli organi la salma potrebbe rientrare domani in Molise e sabato potrebbero essere celebrati i funerali a Cercemaggiore, dove c'è sconcerto per il tragico destino dei due coniugi.

Non ci sarà l’autopsia sul corpo di Luigi Radassao, la seconda vittima del terribile incidente avvenuto lo scorso 16 gennaio sulla statale 17, in prossimità dell’ex hotel Le Cupolette di Bojano. La famiglia ha deciso di donare gli organi dell’uomo, classe 1952, deceduto questa mattina 23 gennaio, una settimana dopo l’impatto tra la Fiat Punto, che guidava, e un Fiat Ducato. La salma attualmente si trova all’ospedale di Ancona, dove era stato trasportato d’urgenza il 17 gennaio, il giorno dopo il drammatico scontro, e domani dovrebbe far rientro in Molise.

Sabato potrebbero svolgersi i funerali di Luigi, un uomo stimato e apprezzato a Cercemaggiore dove abitava con la moglie Annamaria, morta poche ore dopo l’incidente. Quel pomeriggio i due, “una coppia unita, inossidabile”, racconta con tristezza il sindaco Gino Mascia, erano stati a Campobasso per fare delle compere. Poi si stavano dirigendo verso Bojano, dove è ricoverata una parente. Ma nel paese matesino non sono mai arrivati.

Sulla loro strada hanno incontrato la morte: l’impatto col Ducato guidato da un 59enne di Pago Veiano, paese della provincia di Benevento, è stato tragico. 

Stando alle prime ricostruzioni, il Ducato avrebbe prima impattato sul guardrail e poi si sarebbe schiantato contro l’utilitaria guidata da Luigi. I Carabinieri della Compagnia di Bojano stanno indagando sull’accaduto. Il campano potrebbe essere accusato di duplice omicidio stradale per la morte dei due coniugi, molto conosciuti a Cercemaggiore, dove c’è sconcerto e sgomento. La comunità si è stretta attorno alle due figlie della coppia, unita in un tragico destino.

La chiesa era gremita in occasione dei funerali di Annamaria. E lo sarà con tutta probabilità anche quando saranno celebrate le esequie di Luigi.